SIENA NOTIZIE NEWS

"LUOGHI ARCANI", PRESENTAZIONE DEL LIBRO AL SANTA MARIA DELLA SCALA

News inserita il 27-12-2019 - Eventi

Il 2 gennaio 2020 ore 18.00 al Santa Maria della Scala si parla di luoghi arcani e personaggi misteriosi grazie alla presentazione del nuovo libro di Annalisa Coppolaro. Oltre all'autrice saranno presenti come ralatori Duccio Balestracci e Massimo Biliorsi, mentre Francesco Burroni interpreterà alcuni brani tratti dal volume.

Luoghi arcani. Piccolo Tour del mistero tra Siena e provincia (ARA Edizioni, 2019)  è il settimo libro di Annalisa Coppolaro, il terzo con le foto di Göran Soderberg. La scrittrice e giornalista senese, che oscilla tra la narrativa, la non fiction e la storia del territorio, ha dato alle stampe il nuovo libro basato sull'idea del tour ottocentesco tra ville, castelli e luoghi misteriosi di Siena e della sua provincia. Annalisa Coppolaro, a bordo della sua piccola 500 color aragosta del 1972, parte dal suo paese alla volta del cuore pulsante della città. Qui, da Palazzo Diavoli, Palazzo Tolomei e l'Orto Botanico, che nascondono storie di antichi segreti, giunge con Göran a Sovicille e tra Sovicille e Stigliano,  approda al Castello di Capraia, dopo aver attraversato in tutto dodici luoghi antichi con storie particolari.

Sono spesso le voci degli abitanti di oggi a fungere da guida ai due moderni esploratori che, con taccuino e macchina fotografica alla mano, si spingono spesso oltre i confini del già visto e del noto per narrare le storie passate dei protagonisti noti e meno noti, dal 1300 ai giorni nostri.
Partendo dai dati storici di fondazioni, battaglie, conquiste, tragici episodi di alcune bellissime location quali Cetinale (a cui è dedicata la copertina), La Rondinella, Brolio, San Fabiano, Grotti, il Castello di Murlo, Crevole, l'autrice incontra le voci degli attuali abitanti di questi luoghi arcani, che spesso hanno da raccontare incredibili vicende inedite.

Sulla scia di volumi quali Al di là di Siena di Massimo Biliorsi ( amatissimo dall'autrice) e autore della prefazione de Luoghi arcani. Piccolo tour del mistero tra Siena e provincia,  Annalisa Coppolaro svela ulteriori enigmi. Con un linguaggio poetico ma allo stesso tempo preciso e conciso, ella racconta storie di fascino, di signore bionde apparse nel cuore della notte, di fantasmi di baroni a cavallo, di preti decapitati e di vescovi alla ricerca di antiche biblioteche perdute. Nella prefazione si legge «I luoghi del mistero sono coraggiosi avamposti del passato: anche la Rondinella, la vicendaforse “più moderna” ci appare come il cancello invalicabile delle fiabe
nordiche, quello che cigola e si chiude svelto dopo il nostro passare. Annalisa segue il suo itinerario: immagini nette e precise, dal Barone di Ferro alla mansueta Pia, si staccano in rilievo dal fondo di vetro di questo paesaggio surreale, regolato da un ordine inquietamente arbitrario, da
un’architettura di trama che non segue le conosciute regole del racconto. Ogni cosa ci appare fuori posto, non per caso, ma per una misteriosa norma. Perfino le strade, percorse nella notte con i fari che a sghimbescio illuminano i boschi, seguono un loro tracciato immaginario, salendo per piani aerei, tanto che nella lettura ci sembra di essere sospesi a mezz’aria, come in certa pittura di Chagall». Una carrellata di personaggi spesso inediti che popolano ancora le mura e le ville di queste bellissimi luoghi senesi. Scrive a tal proposito Biliorsi «c’è un’aria familiare, dal Chianti alle Crete fino alla Montagnola, in questa intima e segreta vita di antico paese senese, che non nasconde mai l’insolito, l’inaspettato, che nasce e cresce ad ogni storia a poco a poco nel bel linguaggio dell’autrice. Come se dal cuore di questi abitanti, pian piano che cala la notte, un sentimento prendesse coscienza di sé medesimo. Un antropologo ci direbbe che spiriti e mostri sono il frutto del reagire alla natura, alla realtà, alla storia.»

Le foto di Göran Soderberg fanno il resto, narrando quello che la parola spesso non riesce ad esprimere del tutto con la capacità del vero fotografo. Con lui, Annalisa Coppolaro ha già pubblicato Chiese, pievi e segreti sulle colline di Siena e L'avventura etrusca di Murlo, 50 anni di scavi a Poggio Civitate (con Anthony Tuck).

Annalisa Coppolaro scrive dall'età di 20 anni ed è iscritta all'Albo dei Giornalisti di Roma dal 1989. Trent'anni di giornalismo tra Murlo, Siena, la Toscana e l'Inghilterra: da Londra infatti dal 2000 in poi ha inviato corrispondenze a 'D' di Repubblica , a Nigrizia e collaborato con il Guardian e con la BBC in voce e video.

Il primo libro risale al 2005, Giochi d'amore e d'infedeltà (ed. Progetto Cultura) seguito da altri due libri di narrativa tra cui RDNP Racconti da non pubblicare, scritto con Ivan Nannini, che ha vinto diversi premi letterari nazionali.
Il suo libro inglese How to Live like an Italian (Portico Anova) le venne commissionato dalla nota casa editrice britannica con un grosso anticipo in sterline sui diritti, ed è tradotto in polacco e ungherese.

Collabora con diverse testate locali e nazionali tra cui Il Cittadino, Il Corriere di Siena, Ok Siena, e il suo entusiasmo per la storia dei luoghi in cui è nata (viene da Lupompesi, Murlo) la porta spesso a scrivere articoli sul passato del territorio senese e non.
Insegna inglese ed è titolare della cattedra d'italiano per stranieri al Siena Jazz University. Ama gli scacchi, la cucina, i viaggi, la lettura, il teatro e il ballo. Il suo sito è www.coppolaro.net , ha una pagina Autore su FB ( Annalisa Coppolaro) e un blog www.storierandage.blogspot.com . E' sposata con Rob e ha due figli, Francesco e Joseph.

 

 

 

 

Galleria Fotografica

Web tv