LUNEDÌ BASKET: WEEKEND DA DIMENTICARE PER LE SENESI DI C GOLD

News inserita il 14-11-2022 - Sport Siena

Tutte e tre sconfitte le squadre della nostra città 

Weekend nero per le tre compagini senesi di serie c Gold che collezionano il primo 0/3 stagionale. Negli anticipi del sabato, la Mens Sana, per tre quarti, soffre il talento e l’energia di Cecina, squadra costruita per tornare, dopo un anno di purgatorio, nei campionati nazionali. Gli ospiti partono forte (2-11) e mantengono sempre quella decina di punti di vantaggio che i biancoverdi non riescono, nonostante gli sforzi e le buone giocate a colmare. Nel periodo conclusivo, con la difesa a zona, la Mens Sana riesce a mettere i bastoni tra le ruote negli ingranaggi di Cecina ed i canestri di Menconi e Benincasa valgono il -2 (62-64). Qui, però, viene fuori il maggior talento ed il cinismo da grande squadra degli ospiti che chiudono definitivamente i discorsi con tre triple consecutive. Alla fine il tabellone dirà il 77 - 71, ma gli uomini di Binella escono da questo incontro a testa altissima e possono guardare con grande fiducia al derby di domenica prossima in casa Virtus. Poco da dire, purtroppo, per ciò che riguarda l’impegno del Costone sul campo dell’Olimpia Legnaia; 88 - 41 è il risultato finale che non ammette repliche. La Vismederi, ancora alle prese con gli infortuni che stanno riducendo all'osso il roster, subiscono fin dall'inizio l'esplosività dei fiorentini, scappati sin dalle prime battute, fino al 26-9 di fine primo quarto. I restanti 30 minuti sono di pura accademia per Legnaia che, punto dopo punto, aumenta il proprio vantaggio fino al +47 finale. Chi invece si deve mordere le mani per l’occasione buttata alle ortiche e la Virtus, ko, ed è il terzo consecutivo, in quel di Castelfiorentino per 71-66 dopo un tempo supplementare. I rossoblu disputano una grande partita, special modo dal punto di vista difensivo, su un campo ostico, partendo forte ( 6 - 14 alla fine del primo quarto), subendo la rimonta dei locali ma restando sempre in corsa. Nell’ultimo minuto accade di tutto: sul +3 virtussino, Bartoletti sbaglia la tripla della possibile vittoria e, sul ribaltamento di fronte, il 3/3 dalla lunetta di Pucci a seguito di un sanguinoso fallo commesso da Olleia, manda tutti al supplementare nel quale la Virtus paga la stanchezza per lo sforzo compiuto e segna solo 3 punti, lasciando il successo ai padroni di casa che così mantengono la leadership in condominio con Cecina e Prato, quest’ultima vittoriosa, al termine di una vera e propria battaglia, in casa contro Lucca; decisive, per i lanieri, le triple di Mascagni e Smecca negli ultimi due giri di lancette. A seguire il terzetto al comando, adesso c’è solo Spezia che fatica più del dovuto per piegare, 80-67, una coriacea Don Bosco Livorno, rimasta per 36 minuti in scia ai liguri. Ad 8 punti, la Virtus è raggiunta da Quarrata, prossima ospite del Costone, che si impone, al termine di una gara dal punteggio stile NBA su Valdisieve per 102-96, e da Arezzo, vittoriosa su Altopascio per 73-65, al termine di una partita dai due volti, dominata nel primo tempo dagli amaranto, arrivati fino a +19, che hanno però dovuto subire la pesante reazione ospite sino al pareggio a quota 58. Un parziale di 7-0 a metà ultimo periodo ha dato la svolta al match, consegnando i due punti alla SBA. Nell’incontro di bassa classifica, infine, tutto facile per Agliana che, con un superlativo secondo quarto, sconfigge la Synergy Valdarno 87-61.

 

Galleria Fotografica

Web tv