LUNEDÌ BASKET: ESULTA SOLO LA MENS SANA. STOP INTERNI PER COSTONE E VIRTUS

News inserita il 07-11-2022 - Sport Siena

Prima vittoria esterna per i biancoverdi. Ko in casa le altre due senesi

basket

Weekend con tante ombre e poche luci per le senesi di C gold. A sorridere è solo la Mens Sana che, con un ultimo quarto di notevole intensità, conquista il primo referto rosa stagionale in trasferta passando a Livorno, sponda Don Bosco, per 67 -60. La cenerentola del campionato, ancora a 0 punti in classifica e con tante batoste sulle spalle, ha dato comunque grosso filo da torcere ai biancoverdi, capaci di dare la spallata al match solo nell’ultima frazione grazie a quattro triple consecutive ed alla difesa che ha lasciato alla giovane compagine labronica la miseria di 11 punti segnati. Cade solo nel finale il Costone: privi di Terrosi, Ondo Mengue e Ceccarelli, i giallo verdi, per tre quarti gettano il cuore oltre l’ostacolo contro La Spezia, conducendo per larghi tratti la gara ma, nel periodo conclusivo, la maggiore lucidità degli spezzini ed i canestri del lituano Balciunas, che alla fine scriverà 37 a referto, regalano ai liguri i due punti facendo così rimandare ai costoniani la gioia per il primo successo interno. Stop a domicilio anche per la Virtus, incappata in una serata storta contro una SBA Arezzo non certo irresistibile ma solida in difesa e cinica al momento giusto, che passa con merito al Pala Perucatti 69 -65. Priva ancora di Caridi, in panchina solo per onor di firma, la Virtus si trova per larghi tratti di gara a rincorrere, subendo nel pitturato i chili di Giommetti, autore del canestro decisivo su rimbalzo offensivo a 30” dalla fine, e le scorribande degli esterni aretini Fornara e Rossi, chirurgici nei momenti topici. Nel finale punto a punto, a decidere le sorti del match sono stati gli episodi: i problemi di falli dei virtussini, l’uscita di Banchero per un problema fisico, una bomba di Fornara su un brutto errore difensivo degli uomini di casa e, come detto, il tap in di Giommetti che ha dato il +3 agli amaranto.

La sesta di campionato ci dice altresì che non ci sono più squadre a punteggio pieno: nel big match di giornata, cade l’imbattibilità di Castelfiorentino, uscita sconfitta da Cecina per 73 – 63. Il risultato però non rende onore alla compagine fiorentina, scesa in campo con assenze pesantissime (Corbinelli, Scali, ed ultimo Nepi), ma capace di stare avanti per tre quarti (57 – 60 al 30’). Nel periodo conclusivo, complice anche il quinto fallo a Cantini che ha ridotto ancora di più le rotazioni ospiti, Cecina è scappata, condotta dalla coppia Turini – Pistillo. L’altra capolista, Prato, incappa nel primo ko ad Altopascio. Decisivo il parziale dell’ultimo quarto, nel quale i padroni di casa ribaltano l’inerzia del match con un eloquente 26 – 10. Torna al successo Valdisieve che schianta Synergy Valdarno 99 – 76 (Municchi 31) grazie ad un secondo quarto irreale da 41 punti segnati. L’Olimpia Legnaia parte forte sul parquet di Quarrata e conduce agevolmente nel primo tempo, ma nella ripresa stacca clamorosamente l’interruttore, segnando solo 26 punti, permettendo così si padroni di casa di rientrare in partita ed allungare per l’80 – 67 conclusivo. Mille emozioni nel posticipo serale tra Lucca ed Agliana: gli ospiti partono a razzo segnando 32 punti nei primi dieci minuti e raggiungendo il +20. Lucca si sveglia nell’ultimo periodo e la gara diventa punto a punto. I padroni di casa hanno il pallone della vittoria sull’86 pari ma Simonetti non capitalizza il 2+1. Il supplementare non ha praticamente storia ed i due punti restano a Lucca che vince 102 – 97.

 Nel prossimo turno la Mens Sana, forte di due successi consecutivi e con il morale a mille proverà, nell’anticipo di sabato alle 20.30, a fare lo sgambetto alla forte Cecina, squadra retrocessa lo scorso anno ma costruita per abbandonare immediatamente i campionati regionali. La Virtus sarà di scena a Castelfiorentino in uno scontro tutt’altro che agevole per la truppa di coach Franceschini contro un’altra candidata alla promozione diretta; trasferta fiorentina per il Costone, anch’esso di scena sabato sera contro un’Olimpia Legnaia che avrà il dente avvelenato dopo la brutta sconfitta di

 

 

Galleria Fotografica

Web tv