LOCAZIONI TURISTICHE, GIUNTI: "PRESENZE E ARRIVI RADDOPPIATI RISPETTO AL 2019"

News inserita il 14-06-2024 - Attualità Siena

L'assessore ha risposto all'interrogazione del consigliere del Pd Alessandro Masi su significato e qualità dei dati

Il turismo a Siena: presenze e arrivi raddoppiati rispetto al 2019

Durante il Consiglio Comunale di oggi, venerdì 14 giugno, l'assessore al turismo del Comune di Siena, Vanna Giunti, ha risposto all'interrogazione del consigliere del Partito Democratico, Alessandro Masi, sul significato e la qualità dei dati sul turismo a Siena.

Secondo i dati rilevati dall'ufficio di statistica del Comune, le presenze e gli arrivi negli alloggi locati con finalità turistiche sono praticamente raddoppiati rispetto al 2019. Questi dati sono stati raccolti attraverso due applicativi, MotouristOffice e Ricestat, che coinvolgono più di seimila strutture ricettive della provincia. I due gestionali sono implementati dai comuni della provincia per calcolare e verificare il versamento dell'imposta di soggiorno.

L'assessore ha sottolineato che le analisi statistiche si basano su un bassissimo livello di inadempienze e sugli alti livelli di qualità dei dati. Le indagini mensili sono controllate e verificate per assicurare l'attendibilità delle analisi.

Inoltre, l'assessore ha spiegato che si sono utilizzati più mezzi di persuasione per cercare di fare emergere una tipologia sommersa di locazione turistica. Si è ricorso al sistema "Ragno" che incrocia i dati presenti nelle piattaforme intermediarie (come Airbnb) con la banca dati istituzionale regionale per verificare che le locazioni siano in rete e hanno adempiuto alla comunicazione prevista dalla delibera di giunta regionale numero 1267 del 2018.

I dati sono stati confrontati con gli anni precedenti, e il 2019 è stato considerato l'anno zero per il confronto. L'assessore ha anche menzionato che solo la Provincia di Siena ha pubblicato la specifica delle locazioni, mentre altri comuni capoluogo della Regione Toscana non hanno pubblicato il dato.

L'assessore ha concluso che occorre un'analisi statistica dinamica dei dati rilevati in rispondenza alla diversa accezione di turista. La profilazione del turista ha infatti più significati a secondo che sia coinvolta una struttura ricettiva "tradizionale" e "non tradizionale", anche solo sui consumi indiretti del soggiorno.

Il consigliere Alessandro Masi si è dichiarato non soddisfatto della risposta, perché l'interrogazione richiedeva di non confondere i dati del turismo ricettivo con i dati della locazione turistica privata, come anche indicato da ISTAT. Ha raccomandato una separazione in tal senso, perché questa davvero consente un'analisi dinamica del fenomeno della locazione turistica, che non rappresenta l'obiettivo principale di accoglienza che sta nel sistema turistico ricettivo della città.

I dati sul turismo a Siena mostrano una crescita significativa rispetto al 2019, con un aumento delle presenze e degli arrivi negli alloggi locati con finalità turistiche. Tuttavia, l'assessore ha sottolineato l'importanza di un'analisi statistica dinamica dei dati e di una separazione tra i dati del turismo ricettivo e quelli della locazione turistica privata per una migliore comprensione del fenomeno.

 

 

 

Galleria Fotografica

Web tv