SIENA NOTIZIE NEWS

LA MISERICORDIA DI PIEVASCIATA INAUGURA LA SEDE DI PONTE A BOZZONE

News inserita il 17-11-2019 - Eventi

Una presenza costante sul territorio rimarcata ogni giorno dall’opera di 80 volontari capaci di effettuare 1.400 servizi annui

La Confraternita di Misericordia ed il Gruppo Fratres di Pievasciata, domenica 17 novembre, hanno inaugurato la nuova sede operativa a Ponte a Bozzone. Una sede che si aggiunge a quella storica di Pievasciata ed all’altra di Pianella confermando le due Associazioni punti di riferimento del territorio castelnuovino posto oltre il torrente Arbia. Una presenza rimarcata ogni giorno dall’opera di 80 volontari capaci di effettuare 1.400 servizi annui dedicando 5.000 ore di volontariato attivo. Una sede di proprietà, acquistata con risorse proprie, uno sforzo economico di riguardo per le due Associazioni come ha sottolineato Fabrizio Nepi Sindaco di Castelnuovo Berardenga, intervenuto alla cerimonia. La nuova sede, a partire dal 2 dicembre, ospiterà il Dott. Giulio Masi nei giorni di lunedì, mercoledì e venerdì in qualità di nuovo medico di famiglia, figura che mancava da anni nella località di Ponte a Bozzone. Un servizio importante per tutta la popolazione, soprattutto quella più anziana - ha continuato il Primo cittadino. Nel suo intervento il Sindaco ha ringraziato il Governatore della Confraternita Lorenzo Bernini, il Presidente del Gruppo Fratres Giuseppe Montalto e tutti i volontari definendo il volontariato la parte più bella della realtà castelnuovina, provinciale e dell’Italia intera. 

L’inaugurazione della nuova sede, secondo Andrea Valboni Provveditore della Misericordia di Siena, è un bel momento che testimonia la volontà di star vicino alla popolazione da parte della Confraternita di Pievasciata che tiene alto i valori delle Misericordie. Andrea Valboni, con la sua presenza ha ribadito la vicinanza della Misericordia di Siena a quella di Pievasciata. L’opera dei volontari è stata sottolineata anche da Don Brunetto Sartini, correttore e volontario della Confraternita, nell’omelia della Santa Messa che ha preceduto l’inaugurazione. Il parroco ha riferito la testimonianza di un volontario che si è detto felice, soddisfatto ed arricchito umanamente dai gesti di solidarietà che si concretizzano nei servizi sociali in favore dei bisognosi. Un invito per coloro che, pur potendo, non si dedicano alle opere di volontariato.

Per l’occasione, la socia Elisa Anichini ha donato alle due Associazioni le riproduzioni dei loghi fatte a mano. Elisa, che lo scorso anno ha ridato brillantezza ad una lapide posta presso la sede storica, è espressione di una famiglia di consiglieri, volontari e donatori, dal compianto nonno Livio, alla madre Luciana, dal padre Giancarlo al figlio Filippo, rappresentando l’esempio della trasmissione di valori di generazione in generazione che sono alla base dei grandi numeri che rappresentano oggi la Confraternita ed il Gruppo Fratres espressioni del seppur piccolo borgo di Pievasciata.

 

Galleria Fotografica

Web tv