LA MENS SANA METTE NEL MIRINO LA SEMIFINALE CON FUCECCHIO

News inserita il 10-05-2022 - Mens sana Basket

I biancoverdi preparano il secondo atto dei playoff. Gara-1 è in programma domenica (ore 18) al PalaEstra

Mens Sana al lavoro per preparare la semifinale contro Fucecchio, con una frequenza di allenamenti non così lontana da quella del basket professionistico. Scesi in palestra nella giornata di domenica, poche ore dopo aver conosciuto il nome dell’avversaria nel secondo atto dei playoff (gara-1 è in programma al PalaEstra domenica pomeriggio alle ore 18), staff tecnico e squadra hanno riannodato il filo ieri sera e tornano ad allenarsi anche domani e venerdì: per una categoria come la C Silver, effettuare quattro sedute in sei giorni significa spingere in maniera molto decisa sull’acceleratore, ma trattandosi di fase decisiva dell’annata e di periodo libero da impegni agonistici grazie al 2 a 0 col quale è stato superato il primo turno, l’occasione per cercare una buona quadratura in allenamento è talmente ghiotta che Pierfrancesco Binella e i suoi giocatori la stanno provando a sfruttare nel migliore dei modi.
Serie molto complessa, quella che attende la Namedsport. Lo testimonia, senza mezze misure, il livello dell’avversario, che durante la stagione ha pagato dazio ad una serie di situazioni extra-cestistiche (su tutte i numerosi contagi da Covid all’interno del proprio roster, poi anche l’uscita di scena di Meacci) abbandonando la lotta per la promozione, diretta, in C Gold per la quale era fortemente accreditato sin dall’estate, ma che oggi rappresenta la classica mina vagante in un tabellone affrontato partendo dal quarto posto di fine campionato: Fucecchio ha ribaltato il fattore campo nel quarto di finale, vincendo gara-3 sull’ostico linoleum del “pallone” di Campi Bisenzio con una prova autoritaria (54-65 il risultato finale dello spareggio, disputato sabato scorso) che ne testimonia la salute attuale, cestistica e di condizione psicofisica, e che garantisce l’opportunità di riscattare le due incredibili sconfitte patite dalla Mens Sana in regular season. Non mancano le qualità (Berni è un playmaker cui la C Silver sta stretta, c’è poco da aggiungere rispetto a quanto ripetuto in simili circostanze sul "totem" Tessitori, visti i 205 cm di statura e la stazza del centro pisano, poi ci sono Orsini e Meucci, due elementi che viaggiano stabilmente in doppia cifra), meno che mai l’agonismo alla squadra allenata da coach Rastelli, e sia il capitombolo patito al PalaEstra a metà febbraio (+25 Mens Sana dopo il parziale di 51 a 15 col quale Edoardo Pannini e compagni avevano ribaltato punteggio e inerzia dei primi 20’), sia il bruciante ko interno subito un mese dopo (70-72 fissato dal buzzer beater di Marco Menconi da 8 metri, anche stavolta rimontando un -12 a favore della Folgore) saranno uno stimolo per togliere il fattore-PalaEstra alla Namedsport.
Anche perché, dal canto suo, la squadra senese affronterà gara-1 senza Duccio Benincasa (che sconta l’ultima delle incredibili cinque giornate di squalifica comminategli nel post-Biancorosso Empoli) e Andrea Del Cucina, ancora infortunato al polpaccio. E in partite del genere, non avere ricambi nel settore esterni significa partire con un handicap tutt'altro che facile da colmare.
Matteo Tasso

Foto Mens Sana Basketball Academy

 

Galleria Fotografica

Web tv