SIENA NOTIZIE NEWS

INTENSO WEEKEND DI CORSE TRA ASTI ED ABBIATEGRASSO

News inserita il 11-06-2018

In attesa del 29 giugno, cavalli e fantini impegnati al nord Italia.

Intenso weekend di corse sull’asse Asti – Abbiategrasso, durante il quale sono stati protagonisti quasi tutti i fantini big della Piazza, ma anche qualche cavallo iscritto a protocollo. Si è iniziato sabato sera allo stadio Censin Bosia di Asti con le corse in preparazione al locale palio. Nelle 7 batterie in programma, la parte del leone l’ha fatta senz’altro Dino Pes, con un doppio di vittorie, per la felicità del rione di Cattedrale, ma sono usciti dallo stadio con il sorriso pure i borghigiani di San Lazzaro e di Santa Caterina, ben soddisfatti delle ottime prestazioni dei loro fantini, Giuseppe Zedde e Simone Mereu.

E’ stato proprio Gingillo ad aprire la serata con la vittoria in groppa a Uron, battendo il vincitore del 2017 in Piazza Alfieri, Bomario da Clodia, montato da Michel Putzu. A seguire, successo in volata di Sandro Gessa su Ultimo Baio che nei metri finali ha avuto la meglio sull’iniziale leader Bonantonio da Clodia con Valter Pusceddu. Terzo, con ottima progressione per varchi, Gingillo con Serafinu. Nella terza, bel testa a testa tra Giovanni Atzeni e Valter Pusceddu, in groppa rispettivamente a Umatilla e Tiepolo, risolto proprio da Bighino nel corso del secondo giro. Piazza d’onore per Alessio Migheli su Audace da Clodia, terzo Tittia che ha rallentato nel finale. Bella la quarta, disputata dopo una mossa piuttosto lunga. Alla fine l’ha spuntata Dino Pes con Ribelle da Clodia, autore di una grande progressione durante il secondo giro e culminata con il sorpasso decisivo al battistrada Quan King con Carlo Sanna, superato nel finale anche da Antonio Siri e Yoghi da Clodia. Nella quinta, immediato bis di Velluto che, stavolta con Robolt, ha dovuto lottare per ben due giri prima con Giovanni Atzeni e Vittorino, e poi con Simone Mereu e Villana, giunti secondi per una sola testa. In questa batteria era impegnata pure Preziosa Penelope, montata dal suo abituale allenatore Francesco Caria, ma i due si sono limitati ad un semplice lavoro nelle retrovie. Dopo aver sfiorato di un niente il successo nella battreia precedente, Simone Mereu si rifà prontamente nella sesta, con un ottimo percorso di testa su La Gioconda, dopo aver respinto gli attacchi di Luigi Bruschelli su Volture e del figlio Enrico su Superbia da Clodia. Nell’ultima della serata, dopo il bello spunto iniziale di Rasta di Montalbo e Mattia Chiavassa, il successo è andato ad Alessandro Cersosimo e Trattu de Zamaglia.

Ad Abbiategrasso, nella 39° edizione del palio di San Pietro, si è invece imposto Bastiano Sini in groppa ad Unidos per la contrada Gallo. La corsa, preceduta da una mossa lunga, e dopo una partenza ritenuta valida dal mossiere Busatti che ha lasciato spiazzati molti presenti, e forse anche qualche fantino, si è risolta alla prima curva, quando Sini è riuscito a superare l’accoppiata Fabio Ferrero e Scandaloso che correva per la contrada Legnano. Da quel momento il palio non ha più avuto storia con Gallo che ha acquisito svariate lunghezze di vantaggio ed ha potuto concludere i restanti giri con il cavallo in mano. Mai in corsa le altre tre partecipanti, San Rocco (Alessandro Chiti e Radeski), Nuova Primavera Cervia (Simone Mereu e Tuscania) e Piattina (Alessio Bincoletto e Tuscania).

Anche la nuova settimana sarà ricca di appuntamenti: si inizierà martedì mattina con gli ultimi galoppi di addestramento a Mociano, poi l’attenzione degli appassionati si sposterà, a Castiglion Fiorentino per il palio dei rioni di domenica 17, ultimo evento prima della tratta senese, preceduto, al sabato, dal Memorial Giuseppe Gentili, riservato ai fantini più giovani.

Davide Donnini

 

Galleria Fotografica

Web tv