SIENA NOTIZIE NEWS

 

IN FUGA PER LA VITTORIA: IMPRESA POGACAR A STRADE BIANCHE 2022

News inserita il 05-03-2022 - Sport

Lo sloveno della UAE Emirates trionfa in solitaria dopo un attacco partito a 50 chilometri dal traguardo. A completare il podio, a più di mezzo minuto di distanza, l'esperto Alejandro Valverde e Kasper Asgreen.

Tadej Pogacar (UAE Team Emirates) ha vinto la 16^ edizione della Strade Bianche Eolo 2022 grazie ad un grandissimo attacco ai 50 chilometri dal traguardo, nel tratto di sterrato di Monte Sante Marie. Staccati, a più di mezzo minuto, Alejandro Valverde (Movistar Team) e Kasper Asgreen (Quick-Step Alpha Vinyl Team) completano il podio.

La corsa. La gara, di 186 chilometri (dalla Fortezza Medicea per chiudersi in Piazza del Campo), scatta alle 11:57, 22 le squadre rappresentate. Pronti, via e si forma subito la fuga di giornata. Leon Heinschke (Team DSM), Samuele Zoccarato (Bardiani-DSM-Faizanè), Sergio Garcia (Eolo-Kometa), Lilian Calmejane (AG2R Citroën), Davide Martinelli (Astana Qazaqstan), Edoardo Zardini (Drone Hopper-Androni Giocattoli), Simone Bevilacqua (Eolo-Kometa), Taco Van der Hoorn (Intermarché-Wanty-Gobert) e Marco Brenner (Team DSM) sono i nove corridori in fuga. La corsa continua su questo copione fino al tratto di sterrato di Lucignano d'Asso dove una caduta, successa anche a causa dal forte vento, porta un gran scompiglio nel gruppo principale visto che vi rimane coinvolto anche il pezzo grosso Alaphilippe che comunque riesce a ritornare nel gruppo principale. Il momento decisivo della corsa è nel tratto sterrato di Monte Sante Marie: ripresi gli uomini al comando, a 5 0 chilometri dal traguardo prova un attacco Pogacar che, dopo aver preso un bel margine di distacco in discesa, ha allungato sempre più senza che i suoi avversari riuscissero a rispondere con decisione alla sua azione. L'unico a provare a rispondere è stato l’iberico Carlos Rodriguez (Ineos Grenadiers) che però è stato ripreso dal gruppo dei migliori. Nel tratto di Colle Pinzuto prova a portarsi all’inseguimento un quintetto formato da Kasper Asgreen, Jhonatan Narvaez, Tim Wellens, Quinn Simmons e l'esperto Alejandro Valverde. Asgreen prova a staccare gli altri del gruppetto ma Valverde si riporta su di lui nell'ultimo tratto sterrato delle Tolfe. Intanto Pogacar è veramente irragiungibile e deve solamente amministrare il suo vantaggio. Gli ultimi chilometri sono praticamente una passerella per Tadej Pogacar che arriva in solitaria in Piazza del Campo al termine di un’impresa veramente incredibile. Con più di mezzo minuto di ritardo arriva l'eterno Valverde, che si prende un ottimo secondo posto e Asgreen che completa il podio con la terza posizione.

Questo l'ordine di arrivo dei primi dieci classificati:

1 - Tadej Pogacar (UAE Team Emirates) 184 km in 4h47’49” alla media di 38.358km/h

2 - Alejandro Valverde (Movistar Team) a 37”

3 - Kasper Asgreen (Quick-Step Alpha Vinyl Team) a 46″

4 - Attila Valter

5 - Pello Bilbao

6 - Jhonatan Narvaez

7 - Quinn Simmon

8 - Tim Wellens

9 - Simone Petilli

10 - Sergio Higuita

Claudio Bicchi

 

 

Galleria Fotografica

Web tv