SIENA NOTIZIE NEWS

IL FALLIMENTO ROBUR HA DIVISO LA TIFOSERIA. I FEDELISSIMI "PRONTI A RIPARTIRE"

News inserita il 11-08-2020 - Robur

Questo comunicato è una sintesi fedele di quanto emerso nell’assemblea generale del Siena Club Fedelissimi, un’assemblea molto partecipata, sia in termini di presenze che di interventi, in cui si sono ricostruiti gli ultimi giorni della defunta Robur Siena e le prospettive, reali o ipotetiche, per una ripartenza che è ormai sempre più vicina.

A questo proposito confidiamo sul lavoro del sindaco Luigi De Mossi e dell’assessore Benini, nell’individuare la soluzione migliore per dare un futuro al calcio senese.

Inevitabile, poi, introdurre la discussione sul comunicato a firma Curva Lorenzo Guasparri (… il povero Lorenzo, il migliore di tutti noi, amico di tutti….) in cui sono state lanciate accuse tanto pesanti, quanto prive di ogni fondamento, al nostro Club.

Non vogliamo entrare nel merito di quanto scritto, chi lo ha letto ha già tratto le proprie considerazioni e i tanti messaggi di dissociazione (tutti dimostrabili….) arrivati da tifosi della Curva di vecchia militanza, sono sufficienti, anche se forse ci aspettavamo da parte loro anche una presa di posizione esplicita, non solo un messaggio. Evidentemente qualcuno si è voluto levare un sassolino che lo disturbava da tempo, forse la nostra totale disponibilità verso la Curva, ieri come ieri l’altro, non è stata apprezzata. Ce ne faremo una ragione, senza mai dimenticare i rapporti personali in essere da decenni.

Quel comunicato rimarrà nella storia, non dei Fedelissimi, ma degli Ultras. Per la prima volta in Italia un gruppo Ultras attacca un Club alla ricerca della propria autodeterminazione, un’anomalia che ad oggi non ha riscontri, né a Genova o Milano, ma neanche a Pontedera. Lo impedisce quella mentalità che noi abbiamo sempre rispettato, pur essendo lontani nei concetti.

Non meno discutibile l’accusa che attraverso il nostro sito e i social, riusciamo a manipolare l’informazione e indirizzarla da una parte o dall’altra. Pensare questo è equivalente a considerare il mondo dei tifosi, tutti, incapaci di intendere e di volere, un concetto che non solo non ci appartiene ma che respingiamo con forza. La nostra informazione è indirizzata prevalentemente a chi fa parte del nostro Club, poi se giornalmente migliaia di persone leggono le nostre notizie e le condividono, ne siamo felici e soprattutto ci fanno capire che il nostro modo di fare informazione è corretto ed apprezzato. Quanto alla visibilità che i media danno ai Fedelissimi, che parlano sempre a nome proprio, non deriva da nient’altro che dalla disponibilità che tutti noi diamo a chi ci chiama per conoscere il nostro parere.

Continueremo sulla nostra strada, indipendentemente dagli attacchi e da certe prese di posizione, diremo come sempre e più di  sempre la nostra come Fedelissimi, continueremo ad essere presenti in casa e soprattutto in trasferta, come avviene da 50 anni a questa parte. Ognuno è libero di fare il tifoso come vuole, la pluralità di idee è una cosa importante, ma la credibilità si conquista con il rispetto, senza andare a sindacare, o  peggio denigrare, ciò che fanno o dicono gli altri, ovvero seguendo quell’atteggiamento che è sempre stato nostro. Speravamo di ripartire uniti, come la Robur meriterebbe, non sarà così, sarà l’ennesima occasione persa, ma noi ci saremo comunque.

Siena Club Fedelissimi

 

 

Galleria Fotografica

Web tv