SIENA NOTIZIE NEWS

FEDERICO GUGLIELMI ED ARES ELCE VINCONO LA PROVACCIA A LEGNANO

News inserita il 18-09-2021 - Palio

A due anni di distanza, il fantino senese fa il bis per S. Ambrogio.

Due anni e quattro mesi fa, l’ultima provaccia corsa a Legnano fu vinta da Federico Guglielmi per S. Ambrogio. A distanza di 28 mesi, la storia si è ripetuta, ed il giovane fantino senese ha bissato il successo del 2019, ancora con la casacca giallo verde di S. Ambrogio, dominando la finale del memorial Favari in groppa ad Ares Elce, cavallo non inserito tra i favoriti della vigilia, sebbene avesse fatto vedere discreti spunti durante le corse estive di preparazione. Quello di ieri notte è stato un appuntamento assai atteso, sia perché segnava il ritorno in pista dei colori delle contrade legnanesi dopo il lungo stop per la pandemia, sia perché, con il debutto dei mezzosangue allo stadio Mari, era ritenuto da tutti un test fondamentale in vista di un possibile passaggio agli anglo arabi anche per ciò che riguarda il palio. E lo spettacolo, in pista, non è mancato già dalla prima batteria che vedeva al via S. Martino (Zenios ed Antonio Mula), S. Erasmo (Ungaros e Sebastiano Murtas), S. Ambrogio ( Ares Elce e Federico Guglielmi) e Legnarello (Vittorino Michel Putzu),vinta, con ottimo percorso di testa, da S. Martino che ha avuto accesso alla finale assieme a S. Ambrogio, con Guglielmi bravo e caparbio, dopo una partenza infelice, a sfruttare l’indecisione di Legnarello alla prima curva ed a superare S. Erasmo, con un bel sorpasso interno, nel corso del secondo giro. Nella seconda batteria, corsa al termine una mossa lunga e complessa e dopo una pausa di alcuni minuti per un problema al canape, hanno partecipato S. Domenico (Ribelle da Clodia e Jacopo Pacini), S. Magno (Hakara Trois e Marco Bitti), Flora (Zingaro Baio e Rocco Betti) e S. Bernardino (Ambra da Clodia ed Alessandro Chiti). Alla mossa valida è scattato in testa S. Bernardino, seguito da S. Domenico, Flora e S. Magno, che dall’esterno, ha provato la rimonta, interrotta però da un contatto nella curva di sinistra con la Flora, il cui cavallo ha scartato, provocando la caduta di Betti e di Bitti. La batteria è proseguita con S. Bernardino e S. Domenico che hanno concluso in scioltezza i giri, inseguiti dallo scosso della Flora, mentre quello di S. Magno, continuava a trottare fuori dalla pista. La finale, come detto, è stata dominata da Federico Guglielmi ed Ares Elce, protagonisti di un inconveniente durante le fasi di mossa, con la caduta di Guglielmi e la fuga del cavallo, fortunatamente ripreso, dopo pochi giri in libertà. Partito in testa, S. Ambrogio ha ben gestito la corsa, controllando ogni attacco di S. Domenico. Più attardati S. Bernardino e S. Martino, giunti nell’ordine. Prima dell’inizio delle batterie, anche il palio di Legnano ha voluto ricordare la memoria di Andrea Mari, vincitore del palio del 2016 per i colori di S. Martino, i cui contradaioli hanno a loro volta omaggiato lo sfortunato fantino che riportò il Crocione nella loro contrada dopo 13 anni di digiuno, con un toccante striscione con la scritta “grazie Andrea”. La cerimonia è culminata con la consegna di una targa alla moglie di Andrea Mari, e con la donazione di una somma di denaro al reparto di terapia intensiva neonatale dell’ospedale Le Scotte di Siena al quale Brio era assai legato.

Davide Donnini.

 

 

Galleria Fotografica

Web tv