FASCICOLO SANITARIO ELETTRONICO, LA TOSCANA AL TOP PER SERVIZI OFFERTI

News inserita il 04-07-2024 - Toscana

Con 23 servizi disponibili

Toscana Leader nel Fascicolo Sanitario Elettronico con 23 servizi disponibili

La Toscana si distingue a livello nazionale per il numero di servizi offerti tramite il Fascicolo Sanitario Elettronico (FSE), con ben 23 funzionalità attive. Questo posiziona la regione al vertice, insieme all'Emilia-Romagna, e seguita da Lazio (22 servizi), Piemonte (21), Lombardia, Friuli-Venezia Giulia e Provincia autonoma di Trento (tutte con 18 servizi). Questi dati emergono dal monitoraggio dell’Osservatorio sanità digitale della School of Management del Politecnico di Milano, ripresi dai dati pubblicati dal Ministero della Salute.

Investimenti e Potenziamenti

Il presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani, ha sottolineato l'importanza del FSE, attivo da molti anni nella regione, e ha annunciato l'investimento di quasi 15 milioni di euro del PNRR per il 2023 per il suo ulteriore potenziamento. Questi fondi sono destinati a migliorare documenti, servizi e funzionalità, rendendo il FSE uno strumento sempre più utile sia per i cittadini che per i professionisti sanitari.

Facilità d'Uso e Accessibilità

Simone Bezzini, assessore al diritto alla salute, ha evidenziato come il FSE rappresenti un potente strumento elettronico che avvicina i pazienti ai medici curanti. Il fascicolo è accessibile da personal computer, totem e tramite l'app Toscana Salute. Bezzini ha inoltre espresso l'obiettivo di aumentare ulteriormente l'utilizzo del FSE, già significativo in Toscana, attraverso eventi di formazione dedicati sia ai cittadini che agli operatori sanitari.

Attualmente, i documenti disponibili all'interno del FSE variano tra le regioni. Tuttavia, la Toscana è tra le realtà più avanzate, offrendo già da tempo il "taccuino personale" che permette agli utenti di integrare autonomamente la propria storia sanitaria con ulteriori informazioni.

Entro giugno 2026, i contenuti del FSE dovranno essere omogenei in tutta Italia, arricchendosi di ulteriori funzionalità come il caricamento automatico e obbligatorio dei referti di esami e visite specialistiche, sia pubbliche che private, e il profilo sanitario sintetico redatto dal medico di famiglia o pediatra.

Andrea Belardinelli, responsabile Sanità digitale e innovazione della Regione Toscana, ha illustrato come il FSE della Toscana stia evolvendo da semplice contenitore di documenti sanitari a piattaforma integrata di servizi per la salute, nell’ambito del progetto "Sanità Cento per Cento digitale".

Tra i servizi innovativi già attivati si annoverano:

-Prenotazioni di visite ed esami tramite il CUP online

-Percorso nascita con HappyMamma

-Televisite introdotte durante la pandemia da Covid-19

-Borsellino elettronico per la celiachia

-Cambio del medico di famiglia

-Prenotazioni dei prelievi del sangue

A livello nazionale, il PNRR prevede l’introduzione di nuovi servizi entro la scadenza del programma, tra cui:

-Dati delle campagne di screening

-Parametri vitali rilevati a domicilio tramite telemedicina

-Scaricamento delle immagini diagnostiche (ecografie, risonanze)

-Esenzioni da ticket sanitari e piani terapeutici per pazienti cronici

-Documentazione della cartella clinica di ricovero

-Fruizione di ausili o protesi

-Ricerca e geolocalizzazione di ospedali e pronto soccorso meno affollati

Inoltre, saranno resi disponibili i referti e documenti relativi a cure effettuate in strutture fuori regione, superando le attuali difficoltà nella migrazione dei dati.

 

 

 

Galleria Fotografica

Web tv