SIENA NOTIZIE NEWS

D'AMBROSIO E LA TELEFONATA DI ANNA DURIO: "DARIO, MI HANNO ROVINATO. È FINITA"

News inserita il 06-08-2020 - Robur

Il capitano della Robur ancora incredulo per la mancata iscrizione della squadra

E' deluso, amareggiato, moralmente distrutto. Lui, Dario D'Ambrosio, capitano di quella che fu Robur Siena, non riesce a darsi pace per la mancata iscrizione della squadra al campionato di Serie C.
«Non mi aspettavo questa amarissima conclusione. La presidente aveva sempre rassicurato dicendo che se non si fossero presentati acquirenti, lei avrebbe comunue garantito l'iscrizione. Martedì ha spiegato che stava aspettando il bonifico, mercoledì all'ora di pranzo ha detto che era saltato tutto. “Dario, non ci siamo. Mi hanno rovinato”. Con queste parole mi ha comunicato la fine della vicenda. Anna ha poi aggiunto che, pagando i debiti, cercherà di evitare il fallimento. Ma a questo punto chi può dirlo?»

Sei stato tu ad avvisare i tuoi compagni?

«Sì, ho dato io la brutta notizia. A tutti è crollato il mondo addosso. Ormai la frittata è fatta ma siamo ancora increduli. Il mio pensiero va agli altri ragazzi della Robur, alcuni strnieri, lontani da casa; altri che vivono da soli, con le spese da fare, l'affitto da pagare e l'ultimo stipendio che è arrivato ormai a febbraio...»

Ovviamente ti stai già guardando intorno.

«Di lavoro faccio questo, spero di trovare qualcosa ma ancora è presto. Auguro a tutti una sistemazione adeguata. Ho sentito mio fratello Danilo, almeno per lui ieri è stata una giornata positiva, l'Inter ha vinto in Europa League.»

Molte critiche nell'ultima stagione: ai dirigenti, alle prestazioni della squadra. E talvolta è stato tirato in ballo il tuo contratto, rinnovato da non molto.

«Sono autocritico per natura ma non mi lascio condizionare dal pensiero degli altri, nel calcio è impossibile accontentare tutti. Le risposte si devono dare sul campo. Quando vinci sei un eroe, se perdi sei bersaglio delle polemiche.»

La gestione Durio-Trani è stata anche caratterizzata dalle occasioni perse

«Le occasioni devi anche saperle cercare. Arrivammo alla finale play off, e sappiamo come andò a finire, andando forse oltre le attese. In seguito siamo comunque usciti ai play off, sempre tra i protagonisti dei recenti campionati. Quest'anno abbiamo avuto alti e bassi, lasciando punti per strada. Eppure nemmeno la corazzata Monza ci ha messo sotto.»

Un messaggio per i tifosi

«Dico solo uan cosa: non meritavano quello che è successo. Hanno una storia alle spalle, hanno un passato da proteggere e custodire. Spero che una nuova cordata, o un nuovo patron, possano far tornare presto Siena dove merita di stare.»

Alessandro Pagliai

 

 

Galleria Fotografica

Web tv