SIENA NOTIZIE NEWS

DA PODIUM BONITII ALL'ARCHEODROMO, SULLA COLLINA LA STORIA DI POGGIBONSI

News inserita il 07-12-2018

Il passato e il futuro vanno a braccetto nel parco tematico medievale della cittadina valdelsana

La collina di Poggio Imperiale che sovrasta la moderna Poggibonsi è stata per molto tempo abbandonata, ma le tradizioni popolari e storiche hanno da sempre raccontato della città di Poggio Bonizio o Podium Bonitii fondata a metà del XI secolo dal Conte Guido Guerra per contrastare l'ascesa fiorentina. Il centro crebbe a dismisura fino al 1270, quando i fiorentini la rasero al suolo. Nel XV secolo poi fu iniziata la costruzione della fortezza medicea mai ultimata. Negli anni 90 su iniziativa dell'Università di Siena sotto la guida dei professori Francovich e Valenti lentamente la cittadina riemerse dall'oblio, restituendo molte sorprese, in particolare fu scoperto un villaggio altomedioevale dal VI al X secolo, fatto di capanne e aree produttive. Agli inizi del 2000, l’apertura del parco archeologico e monumentale, la ristrutturazione del Cassero prima e della cinta muraria poi, i progetti di sviluppo prevedevano già la realizzazione di un futuro museo open air, dove ricostruire il piccolo villaggio del IX e X secolo per destinarlo a didattica e archeologia sperimentale e aperto a tutti, dagli specialisti alle scolaresche. 
Nel 2014 è stata inaugurata la grande capanna del signore del villaggio una capanna con aia e pollaio,la forgia del fabbro,l'orto, il pagliaio il forno per il pane, la capanna del falegname e un tratto di palizzata. Nei prossimi anni l'idea è quella di riprodurre tutte le capanne che sono state trovate fino ad ora. Le campagne di scavo riprese nel 2016 hanno portato alla luce altre nuove capanne che andranno ad aggiungersi a quelle in progetto. 
Oggi l’Archeodromo è il primo in Italia, un grande parco culturale basato sul concetto di apprendimento diretto, dove gli attori sono i ricercatori e gli studenti che mostrano quello che accadeva in un villaggio altomedioevale riproducendo filologicamente le mansioni, i ruoli, gli oggetti e anche i cibi. Ogni domenica la collina e le capanne si animano di personaggi catapultati nel ventunesimo secolo da un'epoca lontana, un viaggio di conoscenza e scoperta che sta riscuotendo un grande successo di pubblico, locale e non solo. Domenica 16 dicembre ci sarà la prossima rievocazione “i giorni della vigilia”. I progetti per il futuro saranno incentrati su due filoni, la ricostruzione del villaggio e la risistemazione degli scavi medioevali lasciati all'incuria. Inoltre le campagne di scavo proseguiranno visti i risultati sempre sorprendenti che riservano agli archeologi e ai cittadini. Futuro e passato vanno di pari passo in una grande avventura dal fascino senza tempo. Per ulteriori informazioni è possibile consultare la pagina facebook dell’Archeodromo, www.facebook.com/archeopb, curata dall’Università degli Studi di Siena, e il sito internet: http://www.parco-poggibonsi.it/archeodromo.

Filippo Landi

 

Galleria Fotografica

Web tv