SIENA NOTIZIE NEWS

COLLE VAL D'ELSA, QUALCOSA SI MUOVE ALLA FABBRICHINA

News inserita il 09-11-2018

Iniziati in questi giorni i lavori per costruire la nuova rotonda in via Gramsci, ma anche all'interno del cantiere procedono i lavori per riqualificare parte dell'area abbandonata.

L'ingresso a Colle Val d'elsa in direzione Poggibonsi non è il migliore che ci possa essere, l'eterno cantiere della Fabbrichina ormai abbandonato da anni fa bella mostra di sé con il suo scheletro in cemento armato, dando un'impressione di degrado e abbandono che è ulteriormente accentuato dalla grande rotonda costituita da grandi spartitraffico bianchi e rossi in plastica, che dà un senso di provvisorio ed insicuro.
Quella rotonda ormai è così da molti anni ed è finalmente giunta l'ora di trasformare l'area in qualcosa di funzionale, uno spartitraffico curato e idoneo che permetterà di percorrere in sicurezza l'area. L'opera in corso permetterà di convogliare meglio i flussi di traffico provenienti dalle strade limitrofe, creando un ovale allungato che permetterà di raccogliere le varie strade presenti: Via Gramsci, Via Bilenchi, via Masson
Oltre a questa importante novità, all'interno del cantiere della Fabbrichina, adiacente alla nuova rotonda, stanno proseguendo i lavori per trasformare parte dell'edificio in un supermercato, il primo passo per riqualificare l'intero spazio che ormai è abbandonato da molti anni.
Nei mesi scorsi alcune porzioni del complesso sono state acquistate da una società immobiliare facente capo a una catena di distribuzione, mentre le altre parti sono ancora invendute. Nei prossimi giorni avverrà l'ennesima asta nella quale saranno messi in vendita ulteriori parti dei fabbricati allo scopo di sbloccare la situazione e avviare la riqualificazione.
Purtroppo lo stato di abbandono molto marcato e la presenza di massicce infiltrazioni d'acqua dal sottosuolo che hanno trasformato una parte del piazzale in una vasca, rende difficile la vendita dei lotti che altre volte sono rimasti invenduti.
Sicuramente sarà una prerogativa della futura giunta comunale che entrerà in carica nel 2019, qualunque essa sia, di risolvere questo annoso e ingombrante problema, ridando lustro ad una ampia parte della città bassa colligiana.

Filippo Landi

 

Galleria Fotografica

Web tv