SIENA NOTIZIE NEWS

COLLE, C'È IL VETRO ALLA BASE DEL RILANCIO TURISTICO-PRODUTTIVO DELLA VALDELSA

News inserita il 08-09-2018

Firmato ieri in Regione il protocollo d'intesa per il progetto "Trasparenze sostenibili".

RCR, ColleVilca e il Comune di Colle Val d’Elsa hanno firmato ieri in Regione il protocollo di intesa per la valorizzazione del comprensorio del vetro di qualità attraverso la creazione di un polo turistico-produttivo in Valdelsa. I benefici principali sono la ristrutturazione del comparto e rilancio industriale dell’area, il miglioramento dell’impatto ambientale della produzione del vetro e lo sviluppo del flusso turistico con una proposta culturale unica e originale a livello nazionale.
Negli anni ‘90 il comparto manifatturiero di Colle di Val d’Elsa rappresentava il 95% della produzione nazionale e il 15% di quella mondiale di cristallo per l’arredo/tavola e il settore vetrario occupava intorno ai 1.200 dipendenti. Dal 2001 una drammatica crisi ha sconvolto il settore portando alla chiusura di circa il 40% delle aziende presenti nel Comune e gli occupati sono scesi più che proporzionalmente, fino a raggiungere i circa 600 attuali.

Il progetto “Trasparenze sostenibili” propone la concentrazione delle aziende più importanti (rappresentanti il 90% della produzione corrente) in un unico sito produttivo, con evidenti benefici derivanti dalla sinergia che porteranno a un’offerta più completa e potenziale per il mercato, a economie di scala per una maggiore competitività e a possibilità di investimento e aumento addetti con nuove assunzioni. RCR ha sviluppato nei propri laboratori un materiale che, partendo dal cristallo al piombo del 1967, ha raggiunto un livello esclusivo di qualità e allo stesso tempo di rispetto dell’ambiente: nel 2009 ha lasciato la produzione del cristallo al piombo per il Luxion Crystal Glass, per arrivare al Luxion Eco-Crystal del 2018. Le aziende che entreranno nel perimetro di RCR useranno gli stessi strumenti e materie prime, contribuendo al miglioramento della situazione ambientale della Valdelsa. Sotto l’egida della Regione Toscana, in particolare dell’Assessorato alle Attività Produttive e Turismo, gli attori del progetto sono pertanto RCR Cristalleria Italiana, ColleVilca e il Comune di Colle di Val d’Elsa. L’attività comporterà la creazione di un polo unico produttivo dove ColleVilca sposterà la produzione all’interno di RCR, permettendo la straordinaria possibilità di vedere sotto lo stesso tetto la produzione automatica e la produzione manuale del vetro di qualità per la tavola. Tali sinergia permetterà di aprire l’azienda ai visitatori. Grandi player a livello mondiale del settore hanno da tempo aperto centri visitatori o attivato percorsi di visita in fabbrica. 
Il percorso di visita consentirà alla comunità locale e non, a studenti, turisti e semplici visitatori di conoscere non solo RCR, ma soprattutto la storia della produzione industriale ed artigiana del vetro e del Museo del Cristallo di Colle di Val d’Elsa, da sempre città del cristallo. “Il Progetto sarà inserito in un più ampio percorso di valenza storico-culturale – dichiara l’AD di RCR, Roberto Pierucci - in quanto la città di Colle Val d’Elsa si trova sulla via Francigena che costeggia lo stabilimento di RCR e, con approfondimenti culturali, sarà anche un’esperienza unica di ecosostenibilità, di passione ed innovazione, nel cuore della Toscana e costituirà un polo di interesse inserito in un network internazionale.”
Il progetto consente l’attivazione di numerose e svariate collaborazioni per lo sviluppo del territorio, la possibilità di assunzioni dedicate, l’alternanza scuola/lavoro, la collaborazione con scuole specializzate, corsi di Formazione, attività ludico-didattiche. Pierucci sottolinea che “si tratta di un Progetto unico in Italia per la promozione turistica del territorio per la posizione strategica
che porterebbe dei risultati importanti in termini di incremento del flusso turistico e ripresa dei business delle attività ricettive e della ristorazione, con una stima di visitatori annui che potrebbe arrivare a 30.000". 

 

Galleria Fotografica

Web tv