SIENA NOTIZIE NEWS

BRUNO FREDIANI È IL NUOVO DIRETTORE DEL DAI SCIENZE MEDICHE ALLE SCOTTE

News inserita il 01-04-2020 - Attualità

La nomina è frutto di un’intesa tra Aou Senese e Università di Siena

Nominato il nuovo direttore del DAI Scienze Mediche del policlinico Santa Maria alle Scotte. Dal 1° aprile l’incarico triennale è ricoperto dal professor Bruno Frediani, direttore della UOC Reumatologia. La nomina è frutto di un’intesa tra Aou Senese e Università di Siena ed è stata fatta tenendo conto del curriculum scientifico e professionale del professore, di assoluto alto profilo. Il professor Frediani succede al professor Ranuccio Nuti, collocato a riposo dallo scorso 1° novembre. Da sempre impegnato nelle attività di ricerca, didattica e assistenza, il suo lavoro di ricerca e assistenza si articola in due aree: lo studio delle malattie dell’osso e la diagnostica di ecografia articolare. Fanno parte del Dipartimento le seguenti Unità Operative: Dermatologia, Endocrinologia, Gastroenterologia ed Endoscopia operativa, Malattie dell’apparato respiratorio, Malattie Infettive e tropicali, Medicina interna e della complessità, Medicina interna e dell’urgenza, Reumatologia, Epatologia, Malattie Cardiovascolari.
«E’ un Dipartimento con una tradizione assistenziale importante – afferma il professor Bruno Frediani –. Sento la massima responsabilità nel coordinare le varie competenze dei colleghi specialisti ed internisti, cercando soprattutto in questo particolare momento di rafforzare la collaborazione con i tre Dipartimenti universitari, per promuovere la massima integrazione tra ricerca, didattica ed assistenza».
Il professor Frediani è stato inoltre nominato responsabile dell’area medico-chirurgica del nuovo padiglione COVID, in considerazione anche delle caratteristiche cliniche dei pazienti e della particolare esperienza del professor Frediani nella sperimentazione, in questi pazienti, di alcuni farmaci normalmente utilizzati per l’artrite reumatoide e che sembrano dare buoni risultati nel contenere gli effetti dannosi della polmonite da COVID-19.

 

 

Galleria Fotografica

Web tv