SIENA NOTIZIE NEWS

BLOCK NOTES: VOGLIA, DETERMINAZIONE E CORAGGIO PER IL FUTURO

News inserita il 11-09-2020 - Attualità - Rubrica Block Notes

Intanto riaprono le scuole: lunedì 14 è il gran giorno

Lunedì 14 è il gran giorno. Riaprono le scuole e i nostri bambini, ragazzi e giovani ritornano a vivere. Auguro a tutti loro di poter studiare in sicurezza e in presenza, facendo parte di una comunità sociale e didattica fondamentale per l'avvenire della nostra città e più in generale della nostra Italietta. La Toscana, se Dio vuole, non ha partecipato allo stucchevole balletto dello spostamento delle date, come hanno fatto altre Regioni, e si è uniformata alle disposizioni governative. E il 14 si torna finalmente in classe. Lo so, non tutto è a posto, mancano ancora aule e ci sono troppi insegnanti che non risponderanno al suono della campanella e i trasporti pubblici debbono organizzarsi, ma dobbiamo avere la forza di andare avanti, perché è oramai chiaro che con questo stramaledetto Coronavirus dovremmo abituarci a convivere.
Ci saranno nuovi farmaci per combatterlo, anche grazie alle nostre eccellenze, ma il vaccino che tutto spazza via è ancora di là dal venire. Nella migliore delle previsioni sarà pronto agli albori della prossima primavera, ma dovrà comunque essere poi prodotto in vastissima scala...e ci sono anche studiosi che azzardano addirittura che la pandemia continuerà a spaventarci fino ai primi mesi del 2022.
Dovremo avere la voglia, la determinazione e il coraggio di combattere, sostenendo in ogni modo soprattutto i nostri figli e nipoti che rappresentano il nostro futuro.
Un futuro che per la nostra città presenta luci ed ombre...”eccellenze, lentezze e il fantasma MPS” come intitolava, l'altro ieri, un interessante reportage del Corrierone a firma di Mario Lancisi.
Io, quando trovo spunti interessanti negli articoli di altri, non ho alcuna remora a “copiare”. Magari ci ragiono su, ma non scambio il buon vino con l'acqua.
Mi ha colpito, prima di tutto, il pensiero di Augusto Paolo Lojudice, il nostro Arcivescovo, che vede nella Toscana e in Siena diverse eccellenze da esportare, ma che rivolge a tutte le forze in campo l'invito “ a fare una analisi seria dei problemi, della situazione sociale, sanitaria, e puntare con decisione sul futuro dei giovani”. E spera che i politici evitino i soliti scontri sulle parole per cui qualunque cosa dica l'avversario è sbagliato a prescindere.
La nostra Provincia di eccellenze ne vanta diverse e di valore mondiale. Si comincia con TLS, il nostro polo scientifico, per passare alla Diesse Diagnostica Senese. Certo se Siena venisse dotata delle necessarie infrastrutture potrebbe davvero competere con il mondo intero. Un mondo con il quale, per mancanza delle benedette infrastrutture viarie, ferroviarie e digitali, non siamo interconnessi.
Il Presidente della Camera di Commercio, Massimo Guasconi, ci ricorda i quattro comparti nei quali si suddivide la nostra economia. Farmaci e biotecnologie. Il settore camperistico. Quello vitivinicolo con le eccellenze, oltre il Chianti, del Brunello e del Nobile. Il turismo...che ha sofferto e sta soffrendo i morsi del Covid e le assenze degli stranieri.
E poi c'è quello che Lancisi chiama...il fantasma. Il Monte dei Paschi che nel 2015 fu il tema caldo della campagna elettorale per le Regionali e che oggi è come relegato in un angolo del ring, come se Siena avesse rimosso la sua Banca, il suo passato ricco e controverso.
L'unico a parlarne con una certa forza e convinzione è stato Eugenio Giani. Ha proposto di trasformarla in una Banca statale, dalla quale lo Stato possa offrire le misure per la ripartenza.
Ma sembra proprio - e io dico purtroppo - una lettera destinata a cadere nel vuoto...

Roberto Morrocchi

 

 

Galleria Fotografica

Web tv