SIENA NOTIZIE NEWS

BLOCK NOTES: UNIRE LE FORZE PER IL BASKET SENESE. POSSIBILE?

News inserita il 11-04-2019

E' arrivato forse il momento di passare sopra a rivalità e screzi per riunire sotto una unica bandiera Mens Sana, Virtus e chissà anche il Costone

Riprendo il filo del discorso con i miei quattro lettori. Diverse traversie mi hanno tenuto lontano dal mio Block Notes. Ora, visto che il peggio pare passato, torno a battere, con piacere, qualche nota sulla pagina di OK Siena che, con pazienza, mi ha aspettato.
E allora apro con la fine ingloriosa della Mens Sana.
Già a Natale bubbolava alla grossa e lo spazio per la speranza si era ridotto ad uno strettissimo vicolo cieco, ma che tutto finisse in una maniera così tragica ed assurda non me l'aspettavo.
Ho creduto fino in fondo che i Macchi onorassero gli impegni presi per salvare il salvabile. E cioè finire con un pizzico di dignità il torneo, salvando il titolo sportivo. A niente sono serviti i ripetuti appelli dei tifosi e persino l'intervento, di per sé tradivo, del Sindaco De Mossi è caduto nel vuoto.
La Mens Sana basket, di fatto, non esiste più e la Siena che aveva dominato in Italia per il primo decennio del duemila vive oramai di ricordi. Tante e pesanti le responsabilità dei Macchi ma nessuno mi leva dalla testa che all'interno del Consiglio chi doveva vigilare abbia chiuso forse colpevolmente gli occhi.
Voglio sperare che si salvi almeno il movimento giovanile, ma il futuro – specie se si arriverà al fallimento – sarà davvero incertissimo. E' chiaro infatti che il titolo avrà comunque un valore, almeno agli occhi del curatore fallimentare, e il cumulo dei debiti verso lavoratori e giocatori e verso una miriade di fornitori andrà in qualche modo affrontato. Meglio forse ripartire con una nuova Società e un nome che richiami la Mens Sana, ma sarà una durissima impresa riprendere il cammino. Io sono assolutamente convinto che in questa assurda situazione il basket senese debba riunire le forze. E' arrivato forse il momento di passare sopra a rivalità e screzi per riunire sotto una unica bandiera Mens Sana e Virtus e chissà anche il Costone per tornare poi con un progetto chiaro e senza fare mai il passo più lungo della gamba in tornei nazionali di un certo prestigio.
Lo so, non sarà facile, e vedo già diversi tifosi storcere la bocca, ma dinanzi a questa “tragedia” sportiva si deve fare di necessità virtù e battere strade diverse. Nuove.
Io il sasso nello stagno l'ho lanciato. Voglio stare a vedere cosa succederà.
Chiudo ringraziando quei pochi giocatori che avevano cercato di reggere botta fino all'impossibile e tutto lo staff tecnico e societario che è andato avanti senza vedere un eurino bucato. Un grazie di cuore a Paolo Moretti ed ai suoi assistenti. Paolo si sta riciclando a Pistoia e spero davvero che possa portare in salvo i “miei” storici rivali pistoiesi.
Un ultimo pensiero a Federazione e Lega. Pensate davvero di aver fatto la cosa giusta eliminando a cinque giornate dalla fine la Siena degli scudetti, della Saporta e di quattro final four di Eurolega, vista la piega presa dalla pallacanestro italiana?

Roberto Morrocchi

 

Galleria Fotografica

Web tv