SIENA NOTIZIE NEWS

BLOCK NOTES: UN'ESTATE SBILENCA E SENZA PALIO

News inserita il 14-08-2020 - Attualità - Rubrica Block Notes

Una stagione confusa e sciagurata, vissuta peraltro in una Siena, nonostante tutto, meravigliosa

Prendo a prestito le parole di Fabio Genovesi, lo scrittore nato in Versilia, per descrivere il mio stato d'animo “in questa estate sbilenca, confusa, sciagurata” vissuta peraltro in una Siena, nonostante tutto, meravigliosa. Uno stato d'animo confuso e intriso di tristezza.
Senza indulgere al piagnisteo non ho voglia di battere sulla tastiera del computer il consueto Block Notes, sul quale appuntare critiche, o qualche stentato elogio, alla nostra Amministrazione Comunale per quanto fa e quanto dovrebbe fare. E stento ad immaginarmi un futuro sereno per il nostro vecchio Monte dei Paschi che chiude il primo semestre del 2020 con un profondo rosso che sbugiarda anche i più ottimisti fra gli analisti economici nazionali e internazionali. Insomma non riesco assolutamente a fare finta che il tempo scorra, come sempre, sulle lastre.
Certo le ore passano, le giornate nascono, poi muoiono per poi rinascere ancora, ma sul Campo picchia un sole cocente, spietato. La pietra serena manda bagliori, ma resta stranamente spoglia.
Il tufo non è stato steso, non ci sono sprangati e palchi a delimitare lo scenario nel quale ad agosto, come già accaduto a luglio non si dipanerà la nostra Festa. Non ci saranno bandiere e tamburi, le chiarine non suoneranno la marcia del Palio e i barberi resteranno, chissà delusi?, nelle loro stalle nelle campagne del nostro fantastico territorio.
E' andata così. Il “coronavirus” che con il caldo estivo, secondo il parere di incauti “professoroni” si sarebbe attenuato mostra ancora tutta la sua virulenza e anche nella nostra Toscana i dati quotidiani testimoniano di casi crescenti di contagi, che non ci lasciano certo tranquilli.
Eppure bisogna pensare al domani, cercando di battere il Covid e nel contempo allentare anche i lacci di una crisi economica e finanziaria che digrigna i denti e mette francamente paura. E tutto questo lo dobbiamo fare continuando a mantenere la prudenza del caso, il famoso distanziamento sociale, soprattutto al chiuso ma anche all'aria aperta, indossando – starei per dire, SEMPRE - le vituperate mascherine, dimenticandoci assembramenti in riva al mare e nelle nostre piazze, detergendo più volte le mani, insegnando ai nostri ragazzi la giusta educazione.
E se Dio vorrà e se un qualche vaccino adeguatamente sperimentato ci verrà in aiuto, potremo, dopo aver riaperto asili e scuole, di ogni ordine e grado e le aule della nostra gloriosa Università, tornare a riveder le stelle...
E forse potremo aspettare con un filo di ottimismo il 2021 per riprendere davvero la nostra esistenza, tornando a vivere in ogni sua sfaccettatura la Contrada, pensando al ritorno sul Campo del Palio che resta una pagina importante del nostro diario e della nostra Storia. Sì, con la Esse maiuscola. Così è se vi pare...

Roberto Morrocchi

 

 

Galleria Fotografica

Web tv