SIENA NOTIZIE NEWS

BLOCK NOTES: UNA MANIFESTAZIONE VIENE A TURBARE LA NOSTRA ESISTENZA

News inserita il 06-12-2018

Un evento comunque offensivo verso la città e le Contrade

Ma ditemi Voi, miei affezionati quattro lettori, se con tutti i problemi che dobbiamo affrontare per un rilancio serio delle attività produttive e lavorative di Siena, ci si deve aggrovigliare intorno ad una manifestazione, quella degli animalisti, che viene a turbare la nostra esistenza di Senesi e Contradaioli, nati e cresciuti su valori e principi che pochi eletti, fuori delle mura della nostra città possono davvero capire e condividere? Ma tant'è...mentre scrivo è arrivata la decisione ultima presa da Prefetto e Questore, e volevo davvero sperare che la manifestazione comunque offensiva verso la città e le Contrade si tenesse in un sito molto più distante da quella Piazza Amendola che è a due passi da Porta Camollia e dalla città murata.
Non contesto la libertà di manifestare, ma è giusto che striscioni e trombette siano esibiti in una qualche periferia a debita distanza dalle nostre amate mura.
Vedremo cosa succederà. Intanto plaudo all'unica presa di posizione davvero seria, sentita e direi intelligente assunta da un gruppo sempre più nutrito di Contradaioli che aveva subito lanciato l'idea di sostare proprio dinanzi a Camollia, quale scudo difensivo ideale del Palio e della nostra Festa.
Mi sono sembrate, invece, grottesche le corse improvvisate a sostegno del Palio messe in atto da tutti gli schieramenti politici in campo, dopo che il prode Matteo Salvini si era subito schierato a favore del Palio, cavalli e fantini. Lo so, in tanti, fra la gente di Contrada, hanno plaudito a Salvini, ma se ci riflettete un attimo al Ministro dell'Interno sarebbe bastato alzare il telefono e parlare un minuto con il Prefetto per magari far spostare la manifestazione, che ne so?, all'Isola d'Arbia o all'Acqua Calda. Ma così va il mondo e allora in scia di Supermatteo si sono messi quasi subito a sgomitare tutti gli eletti in Parlamento in rappresentanza del popolo “sanese”.
Mi hanno fatto sorridere amaramente, ma fra tutti, per come ha argomentato il suo appoggio al Palio, salvo la Gelmini, che mi è parsa franca e conscia di cosa vuol dire per noi la Festa.
Ho apprezzato chi come Senio Sensi, giornalista e scrittore e già Governatore della Nobil Contrada dell'Oca, si è posto dinanzi al problema e ho condiviso anche la lettera inviata dal Rettore del Magistrato delle Contrade che però un neo ce l'ha: e cioè doveva chiedere con forza che la protesta andasse in onda il più lontano possibile dalla città murata.
Chiudo sperando che la notte porti qualche buon Consiglio perché dinanzi a manifestanti urlanti offese stupide, sguaiate e bugiarde e pronti a provocare non si passi dalle parole a qualche fatto increscioso.
Così è se vi pare, ma sono sicuro che saremo più forti di ogni bieca provocazione!

Roberto Morrocchi

 

Galleria Fotografica

Web tv