SIENA NOTIZIE NEWS

 

BLOCK NOTES: UNA GUERRA ASSURDA STRAVOLGE LE NOSTRE VITE

News inserita il 02-03-2022 - Attualità - Rubrica Block Notes

Mamme e bambini in fuga, uomini alla guerra e tanti civili innocenti morti e feriti

Difficile scrivere di Siena, della sua gente e delle prospettive della città, mentre infuria una guerra assurda che stravolge le nostre vite, mentre la pandemia sembra affievolirsi accendendo una luce in fondo ad un tristo tunnel lungo 24 mesi. Ma Siena è, se Dio vuole, ancora viva. Le bandiere dell’Ucraina aggredita da uno degli ultimi sanguinari dittatori e gli striscioni che invocano la PACE per la Repubblica di Kiev e per l’Europa intera hanno riempito Piazza del Duomo. Il giallo e il blu hanno colorato il Campo. Anche Siena, come tantissime altre città della nostra piccola ma generosa Italia, si sta distinguendo negli aiuti al martoriato popolo ucraino che sta tentando di opporsi ad uno degli eserciti più attrezzati del mondo.
Anche da qui si è mossa una autentica gara di solidarietà, mentre vengono accolti i primi profughi – donne e bambini – che percorrendo una autentica Via Crucis riescono a passare le frontiere di Polonia, Romania e Moldavia per trovare rifugio in tanti paesi di una Europa che sembra all’improvviso essersi svegliata da un letargo politico ed organizzativo imbarazzante. Gli uomini, e fra questi anche tanti giovani e giovanissimi, studenti e studentesse, restano in Patria, accanto al loro immaginifico e coraggioso Presidente. Combattono per le strade e in improvvisate trincee dando il meglio di loro in una incredibile resistenza. Rischiano la loro vita, ma resistono. Non hanno paura, e se ce l’hanno la dissimulano dietro ad un amore patrio sconfinato. E cercano con le unghie e con i denti, di trasformare quella che Ras..Putin aveva idealizzato come una guerra lampo di un paio di giorni in un nuovo lacerante Vietnam.
E’ chiaro che io sto con gli Ucraini e quando leggo sui quotidiani o sento in televisione tanti pensieri diversi su Russia, Stati Uniti e la nostra vecchia e cara Europa tiro a dritto per la mia strada.
Io sono per la PACE e soffro a vedere edifici sventrati, mamme e bambini in fuga ed uomini alla guerra e tanti civili innocenti morti e feriti. Le discussioni le lascio tutte a Voi. Se avete voglia di schierarVi per questo o quello. Io sono con la gente di Ucraina e basta!

Roberto Morrocchi

 

Galleria Fotografica

Web tv