SIENA NOTIZIE NEWS

BLOCK NOTES: SIENA DEVE PRODURRE IDEE SOSTENIBILI

News inserita il 18-09-2020 - Attualità - Rubrica Block Notes

La città deve cercare con tutte le forze di non restare ai margini degli utilizzi del Recovery Fund

Siamo chiamati al voto per il governo della nostra Regione, la Toscana, e per decidere se si debbano tagliare o no deputati e senatori, senza che al taglio faccia seguito una seria riforma statutaria ed elettorale. Ma la prima pagina, a Siena, è ancora occupata dalla storiaccia dell'inchiesta per stalking che riguarda l'ex comandante della Polizia municipale, Cesare Rinaldi e la moglie, anche lei facente parte del corpo dei vigili. Una storia a tinte decisamente forti con risvolti boccacceschi.
Eppure ci sarebbero in ballo questioni molto più interessanti ed importanti che riguardano da vicino e da lontano la nostra città. Per me il primo attore della settimana che si va chiudere è stato il Magnifico Rettore del nostro Ateneo, Francesco Frati, che in vista della ripartenza delle lezioni in presenza e non più virtuali ha intanto riaperto l'Aula Magna per un Master di secondo livello in management del patrimonio culturale, la cui “lectio magistralis” è stata tenuta da Eike Schmidt, il Direttore della Galleria degli Uffizi. Il master, organizzato dall'Università, si avvale della collaborazione del Comune di Siena e di Opera Civita, una entità imprenditoriale specializzata, appunto, nella valorizzazione di siti e beni culturali.
E non è certo un caso se anche l'Avvocato Sindaco De Mossi ha colto la palla a balzo per cercare di stringere un rapporto concreto proprio con gli Uffizi, visto che Schimdt si dice interessato da sempre a stringere un patto di alleanza con il nostro immenso Santa Maria della Scala, magari allargando in generale la collaborazione fra Firenze, Siena e Perugia, per ripartire tutti insieme dopo il picco tragico dell'emergenza dettata dal Covid-19.
Ma Frati ha messo su anche un altro scenario per un progetto per il futuro che riguarda l'acqua e più strettamente l'erogazione di questa risorsa non infinita, ma fondamentale per il benessere e lo sviluppo della nostra società. L'Università ha organizzato un altro Master di primo livello per venti partecipanti con l'obiettivo di incentivare il consumo sostenibile di acqua potabile, formando i nuovi gestori della rete idrica. E qui, l'alma mater ha trovato un buon partenariato nell'Acquedotto del Fiora e nel Gruppo Acea.
Insomma qualcosa si sta muovendo anche nella nostra città, che deve cercare con tutte le forze di non restare ai margini degli utilizzi del Recovery Fund. Non è un mistero che il Governo voglia concentrarsi su pochi progetti dopo la pioggia di 577 richieste arrivate da tutti i Ministeri.
Le ricette sono ristrette a sei: Digitale, Economia “green”, Infrastrutture e mobilità, Istruzione, Famiglie e Sanità. E Siena, con la sua Università, la Sanità, la Ricerca e le sue Istituzioni deve sforzarsi per produrre piani di idee sostenibili che ci facciano respirare, all'indomani della stretta economica di questo sbilenco 2020.

Roberto Morrocchi

 

 

Galleria Fotografica

Web tv