SIENA NOTIZIE NEWS

BLOCK NOTES: PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA, UNO STUCCHEVOLE BRACCIO DI FERRO

News inserita il 28-01-2022 - Attualità - Rubrica Block Notes

Il nostro Paese non si merita questa commedia senza senso

Mentre scrivo continua stucchevole il braccio di ferro fra destra e sinistra per la scelta del Presidente della nostra Repubblica. Voglio sperare che il balletto che ha già bruciato uomini e donne degni di rispetto ed onorabilità sia finito quando il pezzo sarà pubblicato, perché un Paese ancora in balia della pandemia e con tanti progetti da portare avanti, con un debito sovrano pauroso e con venti di guerra che agitano Ucraina e Russia non si merita questa commedia senza senso.
Ma veniamo alla nostra città. E’ indubbio che Siena sia assurta agli onori della cronaca di tutto il mondo grazie alla foto di Mustafà e di suo padre che ha stravinto il Siena Awards Festival. Ci siamo accorti che ci sono iniziative degne della massima considerazione e che ci sono personaggi come Luca Venturi che meriterebbero il massimo riconoscimento civico. Ma se Siena è stata al centro della risonanza mediatica mondiale è anche grazie alla iniziativa della Caritas e di Don Paolo (così ama essere chiamato il nostro Arcivescovo-Cardinale) che hanno assicurato vitto e alloggio alla famiglia del piccolo Mustafà, dimostrando con i fatti che Siena c’è.
E Siena potrà vantare anche un Conservatorio musicale di interesse nazionale. La Rinaldo Franci ha le carte in regola per ottenere la “statizzazione” e cioè il riconoscimento per diventare una Istituzione Statale, uscendo quindi dal ristretto ambito comunale, facendo quindi un decisivo salto di qualità.
Finisce l’instabilità, soprattutto finanziaria, che ha finora contraddistinto il cammino della storica realtà musicale. Ora avrà diritto a fondi statali cospicui, potendo così valorizzare le sue attività, centrando l’obbiettivo di aumentare il numero già interessante degli studenti, di assumere altri docenti e aprire nuovi corsi accademici. Diciamo, allora, che anche attraverso la Franci, Siena c’è.
La Pinacoteca ha, dopo qualche inevitabile indugio, un nuovo Direttore. E’ francese, si chiama Axel Emery e ha tutte le caratteristiche per poter dare nuovo lustro alla preziosa Pinacoteca e alla città.
Il Sindaco De Mossi si dice soddisfatto della scelta fatta dal Ministero e già si chiede se insieme ai rappresentanti del Santa Maria, che da oggi chiameremo Fondazione Antico Ospedale Santa Maria, non sia possibile portare avanti in perfetta sinergia con la Pinacoteca un lavoro proficuo con al centro il futuro della promozione culturale della nostra città. Se i progetti sono seri e si lavora con unità di intenti, forse anche su questo scenario…Siena ci sarà.
Il De Mossi, mentre pensa notte e giorno al Palio, alla nostra Festa, e alla modulazione di una normativa che rispetti Contrade e tradizione, non avrebbe ancora sciolto il nodo della sua canditura alla guida della città. “Sono, prima di tutto un Avvocato” ama ripetere. Certo Sindaco non nasce nessuno. E’ più facile, dedicandosi allo studio, prendere una laurea e diventare un professionista. Ma se il ruolo di primo cittadino lo hai svolto per anni ci si può spogliare della toga e provare a diventare Sindaco a tutti gli effetti.
Chi vivrà, vedrà.

Roberto Morrocchi

 

Galleria Fotografica

Web tv