SIENA NOTIZIE NEWS

BLOCK NOTES: PALIO, FONDAZIONE, SMS, BIOTECNOPOLO. DE MOSSI GUARDA AVANTI

News inserita il 20-01-2022 - Attualità - Rubrica Block Notes

Occhio attento a questo 2022, ma con lo sguardo proiettato già al 2023

Il morbo infuria, ma sul ponte non sventola bandiera bianca. Riassumo così il pensiero dell’Avvocato Sindaco De Mossi che, pur in un momento delicato della vita amministrativa della sua Giunta, fra malumori in maggioranza, incomprensioni e guerra guerreggiata della minoranza, di fatto portata avanti dai due ex primi cittadini Pier luigi Piccini e Bruno Valentini, guarda al futuro, con occhio attento a questo 2022, ma con lo sguardo proiettato già al 2023, quando i Senesi saranno chiamati a scegliersi un Sindaco e rinnovare la compagine comunale. Ed ecco che ci invita tutti a guardare ai mesi che verranno con un pizzico di ottimismo, sciorinando un calendario di cose da fare, sulla carta, fitto di buone intenzioni e progetti.
Intanto, si capisce come il Sindaco sia fermamente deciso, ovviamente se la curva dei contagi imboccherà con decisione la strada in discesa entro il prossimo marzo, a mettere sul Campo i Palii di luglio e agosto. Come? Si vedrà, ma sono già allo studio gli accorgimenti necessari che dovrebbero convincere tutti…anche le autorità di polizia competenti in materia. Toccherà poi a noi cittadini e contradaioli interpretare la Festa, che sarà comunque in linea con i nostri costumi e tradizioni ma che si svolgerà in modalità diverse.
E sarà comunque un modo per tornare a vivere, perché il Palio è VITA e se non si corre è, diciamocelo, un po’ come morire.
De Mossi accende anche una luce sul Santa Maria, immiserito da mesi e mesi di immobilità sia statutaria che progettuale. A me suona come una campana fessa e stonata che il Comune capoluogo si sia staccato dagli itinerari i museali della provincia. La trovo una scelta insensata, ma se poi anche il Santa Maria non saprà offrire a turisti e viandanti un calendario fitto di eventi e mostre, ecco che la vita culturale della città si ridurrà al lumicino.
Sui lavori pubblici il De Mossi ci dice che sono già stati stanziati finanziamenti per 8 milioni per le priorità, ma che ci sono anche altri disegni in cantiere che daranno lustro alla città.
Alla Fondazione MPS, al suo rinnovo e alla scelta dei nuovi vertici, il De Mossi, per quanto di sua competenza, ci penserà al fiorire della primavera, mentre viene di fatto assicurato, grazie anche alle mosse del Governo centrale e di quello regionale, il futuro di quel polo che dovrà fare di Siena il centro della ricerca farmaceutica nazionale. Insomma il Biotecnopolo viene messo fra le certezze. Ed è già tanto!
Io che non sono mai contento e che vorrei una Siena sempre bella pulita, elegante e viva, mi accontenterei se la raccolta dell’immondezza venisse organizzata con assoluta puntualità in centro e in periferia.
Vorrei che si mettesse mano al riordino della costa di Sant’Ansano, lato fabbrica del Santa Maria, che di fatto è stata da decenni abbandonata a se stessa e che si programmasse seriamente il rifacimento delle diverse strade in pietra serena all’interno della città murata.
Così è se vi piace.

Roberto Morrocchi

 

Galleria Fotografica

Web tv