SIENA NOTIZIE NEWS

BLOCK NOTES: PALIO E DINTORNI. IMMAGINI, SICUREZZA E NUOVE TECNOLOGIE

News inserita il 24-05-2019 - Attualità - Rubrica Block Notes

Accordo fra Comune, Magistrato e Consorzio

Pace fatta. L'Avvocato De Mossi dopo aver tolto, direi d'impeto, qualsiasi iniziativa al Magistrato e al Consorzio in tema di immagini del Palio ha fatto, come spesso gli capita, una mezza marcia indietro stringendo un accordo con Contrade e Consorzio che si sostanzia nel fatto che sarà ancora Mamma RAI ad occuparsi della diretta sul Campo della Festa e della Carriera fino all'agosto del 2020.

Personalmente ritengo il servizio reso dalla RAI in tutti questi anni di assoluto buon livello.

Mi pare che non si possa parlare di errori marchiani commessi da commentatori e registi e se qualche svirgolata c'è stata l'ho ritenuta sempre un peccato veniale che mai ha scalfito il servizio reso a Siena e alla sua grande Festa. E non capisco allora perché in chiusura dell'accordo fra Comune, Magistrato e Consorzio, il Sindaco abbia voluto imporre una postilla che ci dice che “esiste la necessità di arrivare per il futuro ad una modalità di gestione delle immagini innovativa rispetto a quella attuale”. Mi domando e lo chiedo all'Avvocato Sindaco cosa intende per immagine innovativa. Le riprese vengono fatte da professionisti di fatto scelti dal Comune, mentre alla RAI compete, semmai, il compito di commentare la corsa e di confezionare quei due o tre servizi che aiutino, per quanto se ne avverta il bisogno, lo spettatore a meglio penetrare nella nostra cultura e nei meccanismi delicati di un avvenimento che non ha niente di folcloristico e che per questo può essere raccontato solo come una pagina scritta e filmata di vita vissuta.

Mi pare insomma che la questione sia nata da un eccesso di protagonismo del De Mossi che pur non facendo il Sindaco a tempo pieno vuole comunque avere il controllo diretto di qualsiasi cosa si muova in città, dalla Cultura, al Santa Maria fino alle riprese televisive del Palio.

Gli accadimenti futuri ci diranno, forse, a cosa mira l'Avvocato, nella speranza che un pizzico di moderazione di umiltà gli portino consiglio.

In questo quadro ci metto anche i lavori previsti per dare nuovi sbocchi alla Piazza. Quando si tratta di sicurezza bisogna andare, lo so, con i piedi di piombo e con le idee le più chiare possibili.

Può darsi che i nuovi apparati meccanici siano più funzionali dei vecchi sprangati, che  - mi pare - per un paio di secoli hanno assicurato flussi di contradaioli e spettatori, senza generare particolari incidenti. Ma mi sia permesso di avanzare qualche perplessità: il metallo dipinto, non sarà mai uguale allo sprangato di legno ed è tutto da dimostrare che il nuovo sistema sia più sicuro del vecchio. Vedremo....non voglio fare il bastian contrario per forza e per amore e allora mi auguro che il nuovo sia meglio del vecchio, ma mi riservo di tornare comunque in argomento a cose fatte. Meglio se nel bene...

Roberto Morrocchi

 

 

Galleria Fotografica

Web tv