SIENA NOTIZIE NEWS

BLOCK NOTES: NATALE, ARIA DI FESTA OFFUSCATA

News inserita il 11-12-2020 - Attualità - Rubrica Block Notes

Dicembre 2020, fra paure e speranze

Ci avviciniamo al Natale, ma l'aria di Festa è offuscata, diciamocelo, da questa pandemia che per ora non può lasciare spazio alla fantasia. Resta in piedi solo un briciolo di speranza, a patto che il comportamento di tutti permetta alla dannata curva del contagio di abbassarsi verso numeri che per ora restano inquietanti, mentre si avvicina il tempo del vaccino che forse, ma a patto di riuscire entro l'estate a raggiungere quella percentuale del 70% che fa tanto immunità di gregge, ci potrà regalare uno spicchio di serenità. Il grande Rino Rappuoli da una parte ci rincuora con i suoi “anticorpi monoclonali” e dall'altra ci mette i brividi facendo balenare una terza ondata che, se non contenuta, avrebbe effetti catastrofici per la nostra sanità e la nostra economia.
Perdiamo per strada il profumo e il senso delle nostre tradizioni. In sordina il benvenuto al nuovo anno contradaiolo, così come resta nel cassetto dei ricordi la Festa di Santa Lucia, con i suoi sapori, colori e campanine. Eppure dobbiamo guardare avanti, sperando che questo tragico 2020, segnato da troppi lutti, con gli oltre sessantamila deceduti per Covid, se ne vada in fretta e furia, scordandosi magari di lasciare il testimone ad un 2021 di speranza.
La sanità, a Siena e direi in tutta la Toscana del Sud ha funzionato più che discretamente, tenendo botta dinanzi ad un virus dilagante in tutta la Penisola. I dati della nostra economia ci segnalano, invece, una stato di crisi dal quale solo con progetti illuminati e unendo le forze potremo uscire a costo di altri sacrifici.
I dati statistici prodotti dalla Camera di Commercio ci dicono che a dicembre, in tutta la provincia di Siena, ammonteranno a 660 le nuove assunzioni, mentre sono “previste” in numero di circa 2.200 unità quelle del bimestre gennaio-febbraio del 2021. Dati in pericolosa controtendenza rispetto a quelli dello scorso anno, già contaminati da marzo a tutto maggio dal Coronavirus, se è vero che il mondo del lavoro subirà una flessione in tema di assunzioni di oltre il 40% . Insomma ci si salva, soprattutto nella ristorazione e nel turismo solo se i “ristori”, tanto spesso sbandierati da Conte, arriveranno presto, a tutti e in misura soddisfacente.
E' chiaro che per uscire da questa crisi amministratori, imprenditori, professionisti e cittadini dovranno essere in grado di inventarsi una Siena diversa, consapevoli che il turismo che la pone al sesto posto fra le località più ambite al mondo, tornerà a dispiegare i suoi effetti benefici non prima del 2022.
E chiudiamo come sempre con un occhio al Monte dei Paschi. In attesa di vedere quali sviluppi potrà avere il “Comitato per la difesa del Monte” da poco costituito, i fatti ci dicono che il prossimo 17 dicembre si terrà il Consiglio di Amministrazione della Banca. L'Amministratore Delegato Guido Bastianini presenterà al Consiglio una proposta di un piano strategico che prevede, prima di tutto, un congruo aumento di capitale, affinchè l'Istituto possa stare in piedi da solo. Solo in un secondo momento – se ci saranno le giuste condizioni – si penserà ad una aggregazione con un possibile partner Italiano e Estero. E allora chi vivrà vedrà.

Roberto Morrocchi

 

 

Galleria Fotografica

Web tv