SIENA NOTIZIE NEWS

BLOCK NOTES: NANNINI CANTA MA NEL CENTRO A SIENA SI SPEGNE LA MUSICA DI STRADA

News inserita il 08-11-2018

Tante notizie da mettere doverosamente in fila nella rubrica settimanale di Ok Siena

Oggi affronto un Block Notes stile “zibaldone”. Sono tante le notizie e le cose da mettere doverosamente in fila. Credo che, intanto, si debba guardare con fiducia e speranza all'annuncio, direi a sorpresa, fatto da Alessandro Nannini e volto a ridare fiato e prestigio al marchio “Nannini” in Italia e, pare, in grandi città della vecchia Europa.
Alessandro ha alle spalle un gruppo di imprenditori noti nel mondo della ristorazione e dei servizi, disponibili a mettere sul tavolo quei settanta milioni che servono per aprire nuovi locali a Siena, acquisendo Colombini e Mazzuoli sul Campo e aprendo vetrine in diversi altri luoghi strategici. Si vuole rilanciare la produzione dei dolci di tradizione Senese, dal panforte ai ricciarelli, cavallucci e copate, ma anche la prestigiosa pasticceria e le miscele di caffè, fra le migliori sul mercato.
Il Sindaco De Mossi, sempre alla ricerca di investitori disposti a scommettere su Siena, il suo territorio, e le sue prerogative commerciali ed industriali, ha presenziato alla conferenza stampa nella quale Alessandro l'ha fatta da padrone, ma che ha visto anche il mitico Robertino, il barman più noto della città, l'inventore del “Conca d'Oro”, alle prese con il filo dei ricordi.
Qui non si scherza. Si parla di oltre 200 nuovi posti di lavoro che vanno ad aggiungersi ai 300 già in pista con il marchio della casata. Alessandro avrà una spinta importantissima da un operatore del Kazakistan e dal mondo che ruota da sempre intorno a La Cascina. Si parla di nuovi insediamenti e laboratori e di negozi presenti in tante città Italiane e in capitali prestigiose quali Vienna, Londra, Parigi e chi più ne ha più ne metta.
Sono numeri che fanno girare la testa. Ma io voglio credere nella capacità imprenditoriale di questo gruppo e credo nella loro impresa. Basta seguire i lavori, per esempio, su Piazza del Campo per capire se il treno sta partendo o no. E se poi, anche Gianna Nannini si convincerà a fare da testimonial della iniziativa industriale e commerciale, ecco che i giochi saranno fatti. Vedremo...

Da una cantante affermatissima, la Gianna, ai cantanti e orchestrali di strada. Fa rumore l'annuncio dell'Assesore Alberto Tirelli che, dice Lui, risponde a richieste precise e lagnanze varie degli esercenti Senesi. Pare che a questi ultimi diano fastidio le suonate, i canti, i balletti degli artisti di strada. Ci sta, in una società che sta cambiando pelle e che non riesce più nemmeno a sopportare artisti finora sempre ben accetti. La cosa mi lascia perplesso, ma se, come pare, si tratta di limitare gli spettacolini di orchestrali, cantanti e artisti vari ai 60 minuti prendo per buono il provvedimento del Tirelli e non faccio polemica. Nel provvedimento si dice che non possono sostare per più di un'ora nello stesso posto. Toccherà a loro dopo i fatidici 60 minuti togliere tende e carabattoli per spostarsi in una strada vicina. E magari riprendere la “suonata” interrotta, stando attenti di non sostare dinanzi ad una Chiesa dove si celebra una Messa o una funzione.
Insomma si cercherebbe di ripristinare quel decoro che gli artisti di strada sembrano scalfire.
Si salvano, meno male, i madonnari, almeno fino a quando un qualche esercente non inquadrerà anche questi fra i barbari culturali.

Chiudo dando l'addio alla Camera di Commercio. Questa si sposterà ad Arezzo e sarà da lì che il nuovo consiglio muoverà le sue pedine. Intendiamoci non è una perdita di fondamentale importanza, ma lasciatemi dire che dispiace vedere la nostra Siena, senza per questo voler fare demagogia spicciola, spogliata da certe sue vecchie prerogative.
La stazione per l'alta velocità sarà a Chiusi, ad Arezzo la nuova Camera di Commercio. Spero allora che l'Ospedale resti qui, più forte ed attrezzato, che la nostra Università trovi altro spazio accanto a Pisa e Firenze e che la nostra città non diventi la Cenerentola dell'area Sud della Regione.
De Mossi fa parte della schiera dei Sindaci di destra. E' alleato di quello di Grosseto e di quello di Arezzo. Voglio credere che possa alzare la voce se altri strappi saranno tentati a nostro danno.

Roberto Morrocchi

 

Galleria Fotografica

Web tv