SIENA NOTIZIE NEWS

BLOCK NOTES: MA CHE MUSICA...

News inserita il 16-07-2021 - Attualità - Rubrica Block Notes

Siena alla finestra: spettacoli e vicende musicali "spinose"

E stasera torna la grande Musica in Piazza del Campo. Fortunati quelli che assisteranno in presenza, ma potremo anche seguire in diretta televisiva le evoluzioni dell'Orchestra di Santa Cecilia affidata al Maestro Pappano grazie alla terza rete di mamma RAI.
Insomma ripartiamo, mentre l'estate Senese vive momenti teatrali di buon livello in Piazza Jacopo della Quercia, in attesa di ritrovare la Gianna di Fontebranda in Fortezza. Ma, ecco il paradosso, è proprio la musica nell'occhio del ciclone nella nostra città. Rischia grosso l'Istituto Franci che non avrebbe più una tetto e vive momenti drammatici il Siena Jazz, dopo le dimissioni del suo “fondatore” Franco Caroni. Due temporali estivi di cui avremmo fatto volentieri a meno e che vedono impelagata in marosi pericolosi l'amministrazione comunale diretta, non certo con il guanto di velluto, ma con un pugno di ferro, dal suo mattatore, l'Avvocato Sindaco De Mossi.
Entrare nel ginepraio di nuovi statuti e provvedimenti di sgombero locali non è agevole, ma è chiaro come il sole che questo modo di procedere crea solo attriti e momenti di crisi. Non ci resta che restare alla finestra per capire come evolveranno le due spinose situazioni.
Non posso esimermi dal commentare la discesa, o salita fate Voi, a Siena del Segretario Nazionale del PD per le elezioni suppletive del Collegio Toscana 12, che riguarda il territorio senese e cinque comuni di quello aretino, dopo le dimissioni di Padoan andato ad occupare la remuneratissima poltrona di Presidente di Unicredit.
Non entro certo nel merito dell'invito rivolto a Letta dal PD locale, anche se non nascondo che, da Senese nato sulle lastre, avrei viso con favore una candidatura di un giovane politico, uomo o donna, nato, cresciuto e formatosi politicamente proprio nella nostra città. Ma capisco anche le esigenze del Pd locale e di quello nazionale e mi aspetto, allora, se l'acqua andrà per i suoi fossi che si avveri la profetica affermazione dell'onorevole Susanna Cenni che vede nella candidatura di Letta una “buona notizia”, mi immagino per Lei e per il suo partito, e una importante investimento. Ecco allora io resto all'investimento. Auspico che Letta, senza tanti voli pindarici, ci prometta di fare sempre e comunque, se eletto, gli interessi della gente di Siena, senza dimenticare gli aretini, mettendo al centro del suo operato il lavoro e, visto che ha un peso importante nel sostenere il Governo Draghi, per vedere di condurre in porto il salvataggio del Monte dei Paschi che, come bene saprà, vive da anni sull'orlo di un precipizio nel quale, restando al tema “lavoro” potrebbero cadere anche 20.000 e passa dipendenti.
Tutto qui. Ah ci sarebbe da trattare il tema “Palio Straordinario”. Un altro capitolo spinoso che lascio volentieri al Rettore del Magistrato delle Contrade, al decano dei Capitani e al Sindaco.
Un bell'esempio, in tema di pericolo di contagi pandemici, non l'hanno dato le piazze di tutta Italia dinanzi al trionfo calcistico europeo. Una sbornia collettiva che porta i Contradaioli a domandarsi perché non si possa pensare ad un Palio, vista la baraonda calcistica. Detto che il Palio non si esaurisce nello spazio di una notte brava, ma si protrae per quattro giorni con diversi importanti appuntamenti rituali sul Campo, nelle Chiese e nei Rioni, esaltandosi poi nel Corteo, nella Corsa e nel Giubilo, lascio ai mie lettori la giusta interpretazione, ricordando però che il Palio è uno solo e che quello di plastica non ci interessa.

Roberto Morrocchi

 

Galleria Fotografica

Web tv