SIENA NOTIZIE NEWS

BLOCK NOTES: IL PALIO STRAORDINARIO DELLE FOGLIE MORTE

News inserita il 13-09-2018

Il 20 ottobre la Carriera sarà celebrata nelle prime ore del pomeriggio, in una atmosfera mai vissuta

E ora la palla in questo doveroso ping ping fra Contrade e Sindaco torna nelle mani del Consiglio Comunale. Il Palio Straordinario delle foglie morte ha avuto il placet di dieci popoli e a questo punto, questioni tecniche e di opportunità a parte, sarà il Consiglio a rafforzare la spinta data dalla Giunta De Mossi, all'unanimità, alla richiesta tardiva e per certi aspetti singolare di AssoArma, tesa a ricordare i cento anni dalla Prima guerra mondiale, oppure smentire clamorosamente la Giunta stessa con un voto negativo all'effettuazione del Palio che avrebbe del clamoroso, vista l'ampia maggioranza di cui gode l'Avvocato De Mossi.
Si sono trovate le dieci Contrade favorevoli, in una serata a volte convulsa ma sicuramente permeata da valori democratici, e le sette contrarie hanno dovuto fare buon viso ad una decisione che in tanti, alla vigilia dell'11 settembre, vedevano pendere senza tanti “Se e ma” verso il NO.
Inutile a questo punto fare una analisi del voto, cercando motivazioni fra i rioni favorevoli, ma anche fra quelli contrari, che non spostano di una virgola l'assunto.
Di una cosa sono peraltro convinto e cioè che a far pendere il piatto della bilancia verso il siano stati soprattutto i più giovani che vedono davvero nella Festa una occasione di svago e divertimento, ma anche di forte impegno, da vivere in Contrada, senza crearsi troppe e spesso astruse sovrastrutture mentali. E poi, partecipando all'assemblea della mia Contrada, ho avuto come la sensazione che anche chi votava no, fosse in qualche modo contento che il quorum delle dieci fosse stato raggiunto. Insomma ad un Palio si rinuncia sempre malvolentieri...
Si tratta ora di capire quali siano i tempi per svolgere il rito della estrazione e poi delle visite ai barberi, delle esercitazioni mattutine sul Campo, della tratta, le sei prove di rito e la carriera. Il 20 ottobre lo Straordinario sarà celebrato nelle prime ore del pomeriggio – non più tardi delle 16 – in una atmosfera che noi contemporanei mai abbiamo vissuto.
Nella vicenda non si è capito perchè il Comune non abbia risposto al quesito posto dal Magistrato delle Contrade e cioè che si andava a decidere per uno “straordinario” da fare entro il 2018 e non rinviabile. E' chiaro che se ora si volesse spostare la data al 2019 le Contrade dovrebbero essere chiamate nuovamente al voto.
E speriamo, allora, che Dio ce la mandi buona e senza tanta pioggia, perché un acquazzone agostano viene riassorbito in tempi relativamente brevi, mentre un rovescio in pieno autunno lascerebbe strascichi sul tufo francamente di problematica soluzione.
Vedremo. Una cosa dovrà essere chiara e da tutti - Comune in testa - condivisa. L'Ente nazionale o cittadino che intenda proporre, in futuro, uno straordinario lo dovrà fare in tempi consoni alla sacralità della manifestazione, lasciando al Comune e alle Contrade i tempi canonici per dare il via, senza alcun intoppo, alla delicata e costosa macchina organizzativa. Se c'è una cosa che nella vicenda di questo straordinario delle foglie morte nessuno ha capito è il perché di questa frettolosa e per certi versi strana richiesta fatta pervenire ad un Assessore, quando i tempi per l'effettuazione di un Palio erano oramai al lumicino. Colpa di AssoArma, responsabilità dell'Assessore, superficialità di Sindaco e Giunta? Vedete Voi, ma qualche cosa stride e nel Palio di cose strane e stridenti cominciamo a vederle troppe. O no?

Roberto Morrocchi

 

Galleria Fotografica

Web tv