SIENA NOTIZIE NEWS

AL VIA LA FONDAZIONE SANTA MARIA DELLA SCALA

News inserita il 28-01-2022 - Attualità

Conferito dal Comune il fondo di dotazione. Il sindaco di Siena De Mossi: “Altro passaggio storico, adesso al lavoro”. La presidente Cresti: “Programmi ambizioni e di livello”

E’ stato conferito dal Comune di Siena, come da atto costitutivo, il fondo di dotazione alla Fondazione Antico Spedale Santa Maria della Scala. Il sindaco di Siena Luigi De Mossi ha infatti consegnato questa mattina, venerdì 28 gennaio, alla presidente della Fondazione Lucia Cresti un assegno circolare non trasferibile pari a 50mila euro che è stato poi depositato presso una filiale della banca Monte dei paschi. E’ il primo atto, dopo la storica costituzione della Fondazione attraverso il passaggio in consiglio comunale, attraverso il quale il consiglio di amministrazione potrà cominciare a essere operativo.

“E’ un altro passaggio storico – sostiene il sindaco Luigi De Mossi – dopo quello della costituzione della Fondazione, che Siena aspettava da decenni. Sono sicuro che il consiglio di amministrazione lavorerà con capacità e competenza, anche nella ricerca di soci sostenitori. L’obiettivo, come più volte sottolineato, è quello di rendere il Santa Maria della Scala una struttura che dialoghi con il mondo, in modo da far tornare Siena al centro della produzione culturale internazionale. Pensiamo a un complesso in movimento, che ospiti cioè mostre temporanee e permanenti, ma che sia anche un laboratorio di ricerca e formazione, aperto alla città e al mondo in continua evoluzione, come del resto lo è al momento con i cantieri che stanno andando avanti”.

“Abbiamo già riunito il consiglio di amministrazione – commenta la presidente Lucia Cresti – per le prime determinazioni e una riflessione sui punti programmatici. Dopo gli adempimenti finanziari con i sindaci revisori cominceremo con l’attività vera e propria che dovrà passare, come sottolineato dal sindaco, anche attraverso la ricerca di soci sostenitori pubblici e privati che possano sostenere la Fondazione Santa Maria della Scala nella valorizzazione del complesso”.

 

 

Galleria Fotografica

Web tv