SIENA NOTIZIE NEWS

"AEROPORTO AMPUGNANO: UN TAVOLO CON CHI E PER CHE COSA?"

News inserita il 21-05-2021 - Attualità

"Siena, di nuovo oggetto di esternazioni politiche sulla stampa locale"

Ancora una volta il Sindaco di Siena è intervenuto sulla stampa locale sul tema “Ampugnano” ed anche questa volta non ha perso  l'occasione per sminuire  i Sindaci e i cittadini dei comuni limitrofi. Questa volta è toccato al Sindaco ed ai cittadini di Sovicille che a suo dire non hanno alcun diritto di dire la loro sull'Aeroporto di Ampugnano. Per il Sindaco De Mossi, il fatto che l'Aeroporto si trova nel territorio di Sovicille non ha alcuna rilevanza, e quindi nessuna  “interlocuzione” con il suo Sindaco e la sua popolazione. Forse si è scordato che altri in passato hanno creduto come lui di fare a meno del consenso dei cittadini, come si è scordato delle grandi manifestazioni contro coloro (compreso ex Sindaco di Siena) che volevano stravolgere la vita dei cittadini di Sovicille in nome di un presunto sviluppo turistico a favore della città di Siena e per togliere Siena dall'isolamento.

De Mossi dice di conoscere molto bene l'aeroporto perché ne è stato consulente al tempi dei voli su Olbia, Vienna, Monaco e del giornaliero su Linate ma dimentica il fallimento di quell'esperienza quando i voli venivano pagati “vuoto per pieno” con i soldi di babbo Monte. Nel volo per Linate il più delle volte vi era un solo passeggero e quando si trovarono in due festeggiarono l'avvenimento. Dimentica che quel volo fu messo in piedi proprio perché ritenuto indispensabile per i dirigenti del M.P.S. che non lo utilizzarono mai. La storia si ripete, ora il Sindaco di Siena lo ritiene ideale per la G.S.K. che, secondo lui lo utilizzava anni fa. Pur di portare acqua al suo mulino le spara grosse perché quando la G.S.K. è venuta a Siena,  la Società aeroportuale (della quale il Comune di Siena era socio) era già fallita e quindi niente voli commerciali. Comunque nemmeno la Novartis ha mai utilizzato l'aeroporto ed anzi dichiarò ufficialmente che non le serviva.

Si ricorda di essere stato consulente dell'aeroporto ma si dimentica di essere stato anche avvocato per la costituzione di parte civile  del Comitato. Ora che fa il Sindaco ha cambiato opinione su Ampugnano? Ora scopre che le due vocazioni di  Ampugnano sono il “turismo alto  e business legato alle scienze della vita senza entrare ovviamente in conflitto con il territorio” e subito dopo dichiara che con il sindaco di Sovicille non c'è interlocuzione. Le contraddizioni sono evidenti, non sa di che parla, auspica voli con 12 passeggeri mentre, le norme che dovrebbe conoscere, limitano a 9 il numero di passeggeri negli aeroporti di aviazione generale. Parla di necessità di investimenti e non fa cenno ai 12 milioni di Euro della Fondazione MPS investiti dalla società Aeroporto di Siena S.p.a. poi fallita.  Non fa cenno nemmeno al fatto che anche la gestione da parte della Sky Services si è risolta in un sostanziale fallimento a detta dello stesso ENAC. Per De Mossi è solo una questione di volontà  politica se Ampugnano non decolla come vorrebbe e non lo sfiora il dubbio che forse fra i desideri e la realtà c'è un abisso. Ma se tutti coloro che da almeno 30 anni hanno investito e cercato di far funzionare l'aeroporto non ci sono riusciti evidentemente ci sono delle condizioni socio- economiche che ne impediscono lo sviluppo a meno che siano stati tutti degli incapaci e degli inetti.

Ora ci riprova  il Sindaco di Siena a fare un tavolo con quegli stessi interlocutori del passato per rilanciare l'aeroporto ma tenga conto che fra gli interlocutori volente o nolente ci saranno  i cittadini  ed  il comune di Sovicille anche se da quel tavolo saranno esclusi.

Bene ha fatto il Sindaco Gugliotti a ribadire quanto, da tempo, deliberato  dal Consiglio Comunale e puntualizzare  che senza il coinvolgimento dell'Amministrazione comunale e della sua cittadinanza non si va da nessuna parte e ad invitare la Regione per una seria riflessione, con tutti gli attori interessati comprese le comunità locali, sulle infrastrutture per la mobilità che siano realmente adeguate alle diverse esigenze delle diverse aree.

Comitato Contro l'Ampliamento di Ampugnano

 

Galleria Fotografica

Web tv