SIENA NOTIZIE NEWS

A SIENA IL FLASH MOB DEI LAVORATORI PRECARI DELLA SCUOLA

News inserita il 07-06-2020 - Attualità

Un altro flash mob degli insegnanti precari ha animato le vie di Siena, con grande attenzione per le regole del distanziamento sociale, ma con la stessa forte determinazione di sempre.
Un evento in linea con la giornata di manifestazione da parte dei comitati nazionali del personale precario della scuola: il comitato lavoratori della scuola di Siena il 3 giugno ha portato in piazza Matteotti il tema caldo dell’assunzione dei docenti precari, alla vigilia della manifestazione romana.
''La richiesta degli insegnanti e del personale precario - esordisce il comunicato stampa - vuole porre in evidenza alle famiglie e alle istituzioni l’annosa questione della stabilizzazione di tutti quei docenti che da numerosi anni vengono assunti con contratto a tempo determinato, in aperto conflitto con le indicazioni della legislazione nazionale ed europea sul lavoro.''
''La prossima riapertura delle scuole comporta rapide decisioni operative da parte delle istituzioni e oltre ai problemi di sicurezza e spazi inadatti che tutti conoscono, si pone con estrema urgenza il problema del personale insufficiente, sul quale sembra che il governo non voglia prendere posizioni
giustificate dall’emergenza."

L’attuazione delle procedure concorsuali proposte dal ministero per la selezione degli idonei male si conciliano con le necessità del distanziamento e dell’assembramento decretate dal capo del Governo mentre, per decreto sarebbe possibile - come già è avvenuto nel passato - rispondere alle
impellenti necessità della scuola con assunzioni a ruolo del personale ATA e dei docenti precari storici, che da ben più di 36 mesi lavorano e vengono poi licenziati a fine anno scolastico.
''Questo eviterebbe al governo italiano - scrive in un comunicato il Comitato Lavoratori della Scuola di Siena - di subire oltre le sanzioni europee e di dare un segnale forte nell’attuazione di un diritto costituzionale qual è la pubblica istruzione. Nella scuola mancano migliaia di docenti e ATA: le stime
più avare ne contano 80.000, quelle più generose 200.000.''
''Come è stato fatto per gli addetti alla sanità, - conclude il Comitato - a momenti di emergenza si risponde con decreti d’urgenza: stabilizzare i precari storici e investire il denaro pubblico nella costruzione o riadattamento di locali scolastici idonei all’emergenza sanitaria. Diamo più spazio alla scuola e più posti ai docenti!''

Annalisa Coppolaro - foto di Christian Brogi

 

 

Galleria Fotografica

Web tv