SIENA NOTIZIE NEWS

A COLLOQUIO CON LA NUTRIZIONISTA: LE INSALATONE ESTIVE

News inserita il 13-07-2018 - Oksiena

In estate la voglia di stare ai fornelli è ridotta al minimo. Facciamoci aiutare dai piatti freddi per non rendere vano il duro sacrificio fatto nell’inverno per mantenere una dieta equilibrata e rinfreschiamoci con gli occhi e il palato.

Concediamoci a cuor leggero una bella insalatona variopinta rassicurati dall’assunzione di un alimento povero di calorie ma con elevato contenuto di antiossidanti, vitamine e minerali che contribuiscono a mantenere la pelle sana, una buona abbronzatura e protegge dai radicali liberi.

Come si costruisce un’insalatona perfetta? La base sono sempre verdure crude di colori diversi (almeno 5!). Via libera a lattuga, radicchi, pomodori, finocchi, cetrioli, ravanelli, rucola, peperoni, zucchine e carote. Consiglio sempre di variare le qualità: i radicchi contengono oltre il 92% di acqua, ottime fonti di potassio ad azione diuretica e vitamina C. Mangiamo anche le foglie verdi esterne poiché contengono più beta-carotene, apportano fibre, contrastano la stipsi e prevengono il tumore del colon oltre a tenere sotto controllo la glicemia. Non facciamoci mancare i pomodori. Ricordo che l’alta concentrazione dei carotenoidi ha capacità antiossidante e aumenta fino a oltre 10 volte con il grado di maturazione; ecco perché i pomodori andrebbero consumati solo ben maturi. Non dimentichiamo i finocchi con basso contenuto calorico e alto contenuto di fibra insolubile.  I cetrioli contribuiscono a far bere “i pigri” con il loro elevato contenuto di acqua e potassio aiutano a combattere la disidratazione. I ravanelli si caratterizzano per gli antociani contenuti nella cuticola rossa (che non va mai rimossa!), antiossidanti che possono giovare alla circolazione venosa. Poi aggiungere una fonte proteica: la classica carne bianca lessata oppure gli sfiziosi affettati magri (prosciutto crudo e bresaola), il pesce in scatola al naturale, i legumi lessati (ceci, piselli, fagioli) oppure latticini magri (fiocchi, grana, feta) evitando la mozzarella. Se si vuole un’insalatona più ricca possiamo anche aggiungere mela verde oppure arancia. Il tutto condito con un cucchiaio di olio extravergine di oliva, aceto balsamico (non la glassa) oppure un pugno di frutta secca (noci, mandorle o pinoli, semi di sesamo, di lino, di girasole o zucca). Per concludere il pasto aggiungiamo pane tostato (integrale, segale o ai cereali) oppure riso o farro lessato.  Infine non dimentichiamo di bere molta acqua naturale o frizzante!

 

A cura della Dott.ssa Barbara Danielli

Cell. 3384099386

www.nutrizionistadaniellibarbara.it

bdnutrizione@yahoo.it

 

 

Galleria Fotografica

Web tv