SIENA NOTIZIE NEWS

È UNA MENS SANA DA…CORSA. BINELLA: “RITMI ALTI E RUOLI INTERCAMBIABILI”

News inserita il 09-09-2021 - Mens sana

Il coach è soddisfatto dei nuovi innesti: “Menconi, Tognazzi, Del Cucina e Bovo ci daranno qualità”

Mens Sana pronta alla prima uscita della preseason, che sabato pomeriggio (ore 18.30) vedrà il quintetto allenato da Pierfrancesco Binella affrontare Poggibonsi Basket in un palasport finalmente riaperto alla presenza dei tifosi (ingresso gratuito, per accedere all’impianto è obbligatorio il green pass). Dopo poco più di una settimana di allenamenti, il coach traccia un primissimo bilancio sulla situazione biancoverde.
Binella, come procede il lavoro in palestra?
“Intanto sono soddisfatto dall’atteggiamento dei ragazzi, che è molto positivo e predisposto al sacrificio. Stiamo lavorando su un basket fatto di ritmi alti, dispendioso fisicamente e anche mentalmente: puntiamo a correre, giocare a più alti possessi possibili, avere intercambiabilità di ruoli, un’idea che ci avvicina ad una squadra giovanile ma nella quale, oltre ai nostri giovani, impieghiamo giocatori esperti. Crediamo possa essere la giusta modalità per metterli in campo”.
Come procede l’inserimento dei nuovi arrivati?
“Bene sul piano tecnico, perché per caratteristiche abbiamo cercato di prendere giocatori che si potessero sia integrare tra di loro, sia col nucleo della squadra esistente: Menconi, Tognazzi, Del Cucina e Bovo con caratteristiche diverse, in qualche caso complementari tra di loro, ci permettono di soddisfare l’idea di basket che abbiamo. L’obiettivo è avere da loro la qualità che nella scorsa stagione a tratti ci è mancata”.
La promozione in C Gold, a primavera, se la sono giocata squadre che avevano centri di stazza ed esperienza come Toppo, Tessitori o Benini, questa Mens Sana invece ha fatto una scelta diversa…
“Abbiamo confermato Alessio Sabia, che è un cinque tradizionale, un giocatore di area e di ricezione spalle a canestro in grado di opporsi a quel genere di centri più strutturati, definiamoli così, che sono comunque concentrati in poche squadre: è reduce da un buonissimo campionato e avrà un minutaggio ampio, ma per struttura e caratteristiche non ci garantisce 40’. La soluzione completamente alternativa a questo tipo di assetto ce la danno Bovo, Milano, Iozzi quando rientrerà dalla terapia che sta effettuando al ginocchio: l’idea è avere un numero ampio di esterni intercambiabili, come del resto avevano le squadre che sono arrivate in fondo allo scorso campionato, e metterci intorno giocatori nel ruolo di quattro che possano aprire il campo, cambiare sui blocchi, stare in una pallacanestro molto indifferenziata sul piano delle scelte tattiche”.
Quali saranno i valori della prossima C Silver?
“Vedo molto bene il Costone, che ha una squadra fisicamente e tecnicamente valida per la C Silver, una categoria nella quale ormai milita da molti anni e per la quale ha un assetto sicuramente di valore, poi Fucecchio, che ha inserito elementi di esperienza, Cmc Carrara che per ragioni di Covid lo scorso anno non ha giocato ma che in estate ha fatto un mercato importante seppur a livello locale e con la quale ci misureremo subito, alla prima giornata. Aspettiamo di vedere come si completeranno le squadre livornesi, sempre ostiche, e sulle quali c’è mancanza di informazioni all’indomani di una stagione nella quale ad esempio l’Us Livorno è rimasta ferma. Ci sarà comunque, come sempre, tanto equilibrio: è un girone unico molto lungo, per esperienza so che i livelli quasi sempre si equivalgono e che, pur non venendo meno le difficoltà, te la puoi giocare contro tutti”.
Sabato pomeriggio primo test contro Poggibonsi, ma il precampionato si annuncia intenso…
“Vogliamo affrontare seriamente questa partita, pur testando alcune condizioni e verificando se le nostre idee possano funzionare o vadano implementate. Faremo poi i due tornei di commemorazione di Finetti e Brenci, nei quali giocheremo contro squadre di C Gold e C Silver che ci potranno dare un raffronto di più alto livello: il pensiero va al fatto che finalmente il nostro pubblico potrà tornare a sostenerci in tribuna, mi auguro che già da sabato si torni a sentire il calore dei tifosi biancoverdi, anche per far capire ai nuovi arrivati in che contesto stanno calandosi”.
Matteo Tasso

 

Galleria Fotografica

Web tv