SIENA NOTIZIE NEWS

MENS SANA, A BREVE L'ANNUNCIO DI ALESSANDRO RAMAGLI PER LA PANCHINA

News inserita il 08-07-2015

Il coach livornese ritrova Marruganti dopo la comune esperienza di Teramo. Matteo Mecacci sarà l'assistant coach, una scelta in ottica futura

La Mens Sana batte il primo colpo. A sbloccare lo stallo di un mercato reso, fino ad oggi, poco percorribile dalla mancanza di un budget chiaro e definito (leggi alla voce sponsor) è l’accordo per la panchina con Alessandro Ramagli, che nelle prossime ore verrà definito ed ufficializzato dal club di viale Sclavo: Ramagli, livornese “di scoglio” classe 1964, reduce da un’esperienza triennale a Verona e con all’attivo una lunga e prolifica carriera (Livorno, Biella, Treviso, Pesaro, Reggio Emilia e Teramo le tappe precedenti, oltre al ruolo di c.t. dell’Under 18 azzurra), è il  nuovo head coach dello staff tecnico biancoverde.

Il termine staff è assai importante in questa fase della storia, giovane ma già vincente, della neoricostituita società senese. Alessandro Ramagli arriva infatti a guidare un team di lavoro che mantiene al proprio interno la professionalità, vincente pure quella, del 29enne Matteo Mecacci, un “patrimonio” (così lo ha definito giorni fa il presidente Lorenzo Marruganti) sul quale la Mens Sana vuol investire in ottica futura: l’allenatore della recente promozione in serie A2 sarà l’assistant coach di Ramagli, soluzione condivisa che lascia intravedere scenari interessanti per la carriera senese dello stesso Mecacci, al suo secondo anno sulla panchina biancoverde dopo le stagioni trascorse alla Virtus e l’esperienza di Lucca.

I buoni rapporti esistenti fra Marruganti ed il nuovo head coach sono stati decisivi nel condurre in porto una trattativa allacciata durante le scorse settimane. La conoscenza e la stima, reciproche e derivate dalla comune esperienza teramana fra il 2010 ed il 2012, hanno giocato un ruolo decisivo pur in un momento nel quale la Mens Sana deve veder definiti i contorni finanziari della prossima stagione: il margine di rischio è tutto meno che azzerato, in una fase di trattative con aziende (già coinvolte o coinvolgibili) chiamate a legare il proprio brand all’avventura biancoverde, ma evidentemente alcune prime, solide basi sono state poggiate se si è riusciti a convincere Ramagli dopo una stagione che ha regalato al tecnico labronico il titolo di miglior allenatore dell’A2 Gold, pur con l’amaro finale di una mancata promozione nella massima serie.

Annerite le caselline, quelle principali, dello staff tecnico, la Mens Sana è attesa nelle prossime settimane a costruire la squadra. Sicuro della permanenza il solo Alex Ranuzzi, che stando ai rumors di mercato potrebbe essere uno dei pochissimi reduci della vittoria del campionato di B: Vico e Pignatti si sono accasati a Forlì, Paci è in uscita, altri li seguiranno, come è naturale per un roster nel quale dovranno trovare spazio due stranieri (presumibilmente un lungo ed una combo guard) ed un oriundo sui quali riporre buona parte delle ambizioni di permanenza in categoria. Lorenzo Bucarelli, classe 1998, sarà il giovane su cui puntare per tornare a promuovere il vivaio (al cui timone torna, da Roma, Michele Catalani) e renderlo parte integrante della prima squadra, quanto ad altri movimenti in entrata circolano rumors sul play Guido Meini (classe 1979, lo scorso anno a Trapani) e sulla guardia Nicola Mei (30enne in uscita, pare, da Cremona). Difficile, in queste ore, valutare l’attendibilità di tali voci.

Matteo Tasso   

 

 

 

Galleria Fotografica

Web tv