SIENA NOTIZIE NEWS

"VIA SIMONE MARTINI", INTERROGAZIONE DI GRICCIOLI IN CONSIGLIO COMUNALE

News inserita il 30-07-2019

La viabilità nella zona di via Simone Martini e i lavori al Ponte di Ravacciano sono stati discussi ieri in Consiglio comunale attraverso un’interrogazione dei consiglieri Vanni Griccioli, Massimo Mazzini e Pierluigi Piccini del gruppo Per Siena.

Dopo aver evidenziato <<l’elevato carico di traffico>> presente nella zona che genera <<estrema pericolosità per i pedoni>>, Griccioli ha interrogato la giunta per sapere <<se è in cantiere la disposizione di attraversamenti con dosso in via Simone Martini>>, e se <<non si ritenga più opportuno far rientrare gli autobus di linea che dismettono il servizio dalla stazione dei bus in piazza Gramsci, seguendo un percorso più consono come viale Mazzini piuttosto che imboccare via Beccafumi>>.

Griccioli ha infine chiesto di conoscere <<l’inizio e termine dei lavori per il consolidamento strutturale del Ponte di Ravacciano>>.

La risposta è arrivata dall’assessore ai Lavori Pubblici Massimo Sportelli il quale nell’affermare che <<il miglioramento della sicurezza degli attraversamenti pedonali fa parte delle strategie dell’Amministrazione>>, ha ricordato che <<gli uffici comunali ricevono molte istanze in merito, che, per essere soddisfatte, è necessario, dopo l’indispensabile fase di analisi delle criticità e possibili soluzioni, procedere al reperimento delle risorse economiche e alla redazione del relativo progetto da inserire nel Triennale delle Opere Pubbliche. È quindi indispensabile stabilire una priorità per queste richieste sulla base dell'analisi delle criticità effettivamente riscontrate, dell'incidentalità del tratto stradale, del numero di richieste pervenute sul medesimo tratto e dell’utilità della soluzione per il maggior numero di cittadini, pertanto sono privilegiati interventi su strade particolarmente trafficate dal punto di vista sia veicolare che pedonale>>.

Ricordando poi che <<Simone Martini è servita con adeguati marciapiedi, peraltro dotati di elementi "parapedonali” in tutta la loro estensione, a fronte delle svariate e variegate attività commerciali e di servizio presenti che garantiscono la sicurezza della percorribilità "pedonale longitudinale">> , e sottolineando come <<nonostante la via risulti fra le meno "incidentate" del Comune di Siena, fatto confermato anche dalle analisi propedeutiche all'elaborazione del PUMS>>, ha dichiarato che <<sarà cura dell’Amministrazione analizzare la sicurezza degli attraversamenti pedonali anche in questa zona per rinforzarne la vocazione pedonale, qualità che questa strada ha assunto e che deve mantenere>>. Per quanto riguarda, invece, i percorsi degli autobus "fuori servizio",  l’assessore ha precisato che <<l'unica alternativa è costituita da Viale Mazzini >> ma senza alcune problematiche da considerare. Infatti, <<oltre alla criticità dell'incremento della percorrenza stimata (circa 0,6 km=334gr/CO2eq.), questa soluzione, condurrebbe all'intersezione a rotatoria viale Mazzini – viale Sardegna - Ponte Caduti sul Lavoro. Rotatoria che per conformazione e mancanza di un’adeguata "zona di Intreccio" impedisce l’ingresso diretto in viale Mazzini – viale Sardegna. Questa manovra effettuata con un mezzo pesante imporrebbe la percorrenza completa dell'intera rotatoria interferendo con tutti e quattro i rami di adduzione alla stessa aumentando così problemi alla circolazione di viale Mazzini >>.

Nel raccontare, poi, lo stato dell’arte dei lavori di riqualificazione del ponte, Sportelli ha evidenziato << la lunga fase di prove strumentali, quelle di carico fino all’analisi dei materiali costruttivi che hanno portato alla conclusione che è possibile incrementare la capacità portante del ponte>>, illustrando tutti i passaggi necessari per realizzare questo intervento: << demolizione del pacchetto stradale sovrastante al ponte; consolidamento da effettuare lavorando prevalentemente da sotto il ponte, delle travi e della soletta di impalcato con fibre di carbonio e applicazione di malte cementizie per ricostruire il copriferro distaccato e per proteggere le stesse fibre; impermeabilizzazione della soletta in calcestruzzo; rifacimento dei marciapiedi e delle barriere laterali così come del pacchetto stradale previo alleggerimento e con contestuale regimazione della acque>>. << Il tutto - ha concluso - per una spesa complessiva prevista di 300mila euro che vede l’approvazione del progetto definitivo nel mese di agosto, quella del progetto esecutivo entro la prima metà di ottobre e l’affidamento dei lavori entro dicembre 2019>>.

Griccioli si è dichiarato <<soddisfatto per la parte relativa alle tempistiche dei lavori del ponte di Ravacciano>>, per quanto concerne invece la viabilità, <<parzialmente soddisfatto>> sottolineando che <<occorrerebbe fare un’analisi più completa sulla percorribilità e traffico dei mezzi in via di Beccafumi dove sono stati registrati degli incidenti>>.

 

Galleria Fotografica

Web tv