SIENA NOTIZIE NEWS

TUBERCOLOSI A POGGIBONSI, IL PIT OTTIENE LE RISPOSTE UFFICIALI DELLA USL

News inserita il 21-03-2019

Come già successo a fine 2018 con un caso di tubercolosi nella scuola media di Staggia Senese, in cui ci siamo attivati prontamente con l'USL, spiegano Mauro Mori candidato Sindaco per Poggibonsi e Chiti Daniele, Segretario Amministrativo ed attuale Presidente del Comitato per Bellavista e Staggia.
Ricevemmo la risposta ufficiale dal Portavoce dell'USL sul profilo della sicurezza. 
Anche in questo caso, dove le scuole interessate sono il Picchio Verde e la Rodari con due casi di TBC, abbiamo preferito scrivere PEC per avere risposte ufficiali anziché scrivere sui social solo per fare becera notizia.
La risposta ufficiale da parte dell'USL è stata quindi la seguente:
"Gentile sig. Mori,
in merito ai casi di tubercolosi riscontrati nelle scuole valdelsane, precisiamo che si è trattato di un bambino in un asilo nido che è risultato affetto dalla forma NON contaminante della malattia. Nella scuola è già stato completato lo screening a bambini e operatori e sono risultati tutti negativi.
Successivamente è stata riscontrata la solita forma NON contaminante in un cugino del primo bambino, che frequenta una scuola materna. Lo screening per bambini e operatori in questa seconda scuola è in corso dallo scorso martedì e al momento tutti risultano negativi.
È poi risultato che i due bambini avevano contratto l'infezione nell'ambito familiare, al cui interno è stata identificata la fonte primaria del contagio, un nonno, che è attualmente in cura.
Concludiamo che la situazione è sotto controllo e che non è preoccupante dal punto di vista epidemiologico."
Questo fatto dimostra che in molti danno aria alla bocca senza attivare il cervello ed informarsi, troviamo inutile che si debba parlare e creare allarmismo  senza motivo e soprattutto senza informarsi.
Siamo dispiaciuti come al solito su come è stata gestita la comunicazione da parte del Comune, come ci hanno riportato alcune mamme che abbiamo incontrato ieri in una riunione ufficiosa, dove ci hanno esposto le loro preoccupazioni ad incominciare dal modo in cui hanno saputo della riunione richiesta dagli Istituti scolastici, con un biglietto dato ai bambini e 24 ore di attesa con sopra scritto urgente per malattia infettiva.
Invitiamo quindi a non prendere in considerazione chi purtroppo continua a parlare senza informarsi ma solo per becera fame di visibilità.

 

Galleria Fotografica

Web tv