SIENA NOTIZIE NEWS

CARO BOLLETTE, PETRUCCI: "DRAMMATICHE LE RICADUTE SU FAMIGLIE E IMPRESE"

News inserita il 01-09-2022

 

“Secondo le stime di Confcommercio, ma anche da quelle fatte da altre associazioni rappresentative di tutte le categorie, il caro bollette rischia di far chiudere in Italia circa 120 Mila aziende del terziario entro la metà del prossimo anno con conseguenti 370 Mila posti di lavoro che andranno in fumo, con gravi ripercussioni anche per le provincie di Grosseto, Siena e Arezzo”, commenta Simona Petrucci, candidata del centrodestra al Senato nel collegio Uninominale per le provincie di Grosseto, Siena e Arezzo, attualmente assessore all’Ambiente del comune di Grosseto e dirigente di spicco di Fratelli d’Italia in Toscana.

“Questo, - spiega Simona Petrucci - è solo un dato, la punta di iceberg, che dà la misura di come siamo messi e di quanto l’aumento dei costi dovuti all’energia pesi, generando così, come purtroppo già sta accadendo, una crisi economica enorme, con drammatiche ricadute sia sulle famiglie, che su aziende locali, che se non arginato con estrema urgenza, lascerà sul campo tantissime ferite a 360°. Il grido d’allarme giornaliero che leggiamo su tutti i giornali locali e vediamo in tantissime trasmissioni Tv, lanciato da parte di commercianti, artigiani, imprese, aziende, ma anche da normali famiglie dei nostri territori, è la classica cartina tornasole di tutto questa situazione”.

“Ma c’è di più, - prosegue Petrucci – l’enorme aumento dei ricavi da parte delle multinazionali produttrici e distributrici di energia ha raggiunto numeri astronomici a causa del rincaro del ‘prodotto energia’. Spetta pertanto al Governo centrale, attuare un intervento urgente, applicando un tetto ai costi del ‘prodotto energia’ e garantire sostegno sia alle famiglie che alle imprese e aziende locali, in quanto, visto il perdurare dell’attuale situazione, rischiano concretamente la chiusura definitiva delle loro attività”.

“Nell’immediato non si tratta di trovare nuovi metodi di approvvigionamento, anche se quest’ultimi sono utilissimi e di fondamentale importanza per la nostra autonomia energetica. In questo momento, qualunque sia il fornitore, i costi di gas ed energia elettrica hanno raggiunto livelli storici elevatissimi, verso i quali il Governo è chiamato ad intervenire per arginare e porre rimedi immediati. Oltre a questo, è necessario scindere anche il legame che intercorre tra le energie derivanti da fonti fossili, e quelle derivanti da fonti rinnovabili: visto che le seconde hanno un costo decisamente minore: un modo, quest’ultimo, per far risparmiare gli italiani e incentivare l’utilizzo di energia green e pulita”.

“In attesa del necessario accordo a livello europeo, l’unico in grado di mettere un reale freno all’attuale costo dell’energia, è lo Stato italiano, che intanto dovrebbe subito intervenire autonomamente per limitare i danni. Sono migliaia le imprese grossetane, senesi e aretine che rischiano di andare fuori mercato e chiudere: l’Italia, in questo momento post pandemico, non può permettersi e non si merita un’altra nuova crisi”, conclude Simona Petrucci, candidata al Senato, coalizione centrodestra e Fratelli d’Italia, per le provincie di Grosseto, Siena e Arezzo.

 
Articolo stampato dal giornale on line: oksiena.it
© OKSIENA.IT - Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Siena il 26/05/2010 - Num. Reg.Stampa = 6 - P.IVA 01286400526
URL articolo: https://www.oksiena.it/brevi2/caro-bollette-petrucci-drammatiche-le-ricadute-su-famiglie-e-imprese-010922095541.html