SIENA NOTIZIE NEWS

SOCIVILLE, MOVIMENTO 5 STELLE SULL'APPROVAZIONE DEL BILANCIO COMUNALE

News inserita il 03-04-2017

"A seguito della recente pubblicazione di un comunicato stampa da parte dell’Amministrazione comunale, come forza di opposizione non possiamo non commentare le parole del Sindaco Gugliotti sull’approvazione del bilancio di previsione 2017-2019.
Forse il Sindaco ha letto un bilancio completamente diverso da quello che ha consegnato a noi, perché sinceramente con tutta la buona volontà, non riusciamo a comprendere la sua soddisfazione nell’approvare un documento che riporta una forte carenza di programmazione a medio e lungo termine e che vede delle scelte ben precise da parte di questa maggioranza che non coincidono quasi per niente ai bisogni e alle priorità dei nostri concittadini. D’altra parte senza aver mai condiviso né con i consiglieri né con i cittadini durante tutto l’anno, le scelte e i numeri che poi hanno portato alla stesura di questo bilancio, può capitare benissimo di avere vedute completamente opposte!
Possiamo subito commentare che la gestione diretta dei servizi scolastici (pre scuola post scuola e sporzionamento colazioni) che prima venivano affidati alla solita cooperativa ha generato risparmi, con i quali sarà possibile ridurre di pochissimo la tariffa mensa ma che purtroppo, resta tra le più alte d’Italia se non la più alta! Questo è stato possibile anche grazie all’impegno quotidiano di tanti lavoratori comunali! A nostro avviso però, ora occorre che la giunta effettui tagli alle spese meno necessarie, per gli eventi culturali e il turismo ad esempio, che invece sono previste in aumento, per dare priorità ad una più alta copertura delle spese per il servizio mensa, per passare dall’attuale 20% ad almeno il 50%, proprio come fanno tutti gli altri comuni della provincia senese. Quindi meno sagre e feste paesane a beneficio di più risparmi per le famiglie che hanno bisogno dei servizi scolastici!
Oltretutto sembra che la gestione tutta diretta di questi servizi, non venga confermato dai dati di bilancio per il futuro, infatti le risorse per questo servizio, sembrano non essere state previste negli appositi capitoli di bilancio per gli anni a venire. Questo significa che il servizio verrà di nuovo affidato alla solita cooperativa? Tutto questo non ci è dato sapere, lasciando nell’incertezza lavorativa sia i dipendenti che le famiglie e vanificando il risparmio ottenuto che così sarà stato solo temporaneo!
Altre programmazioni necessarie mancano negli anni a venire 2018-2019, per esempio per il servizio contabile e di ragioneria, infatti, il Comune ha stipulato una convenzione con l’Unione dei Comuni per l’attuale responsabile (pagandolo di più e con un orario ridotto rispetto al precedente responsabile!)ma solo fino ad ottobre 2017, senza prevedere risorse per i prossimi anni nell’apposito capitolo di bilancio. Dal prossimo anno non avremo più bisogno di un responsabile contabile? Chi si occuperà di tutti gli atti necessari per far funzionare degnamente il nostro Comune? Ad oggi non lo sappiamo.
Ci chiediamo anche se i costi definitivi dei servizi sociosanitari, oggi affidati alla Società della Salute senese di cui il nostro Sindaco è Vice Presidente, siano quelli realmente previsti nel bilancio o se assisteremo ad ulteriori aumenti, per avere, se tutto va bene gli stessi servizi, proprio come è già avvenuto negli ultimi due anni!
Passando alle opere pubbliche, ristrutturazione dei cimiteri, sistemazione delle strade, fognature in Loc.Brenna, sono tutti progetti che compaiono da almeno 10 anni nei Piani economici del Comune, con risorse già stanziate e appositamente destinate, se adesso questo Sindaco finalmente li porterà avanti non ci sembra niente di eccezionale, ma soltanto ordinaria amministrazione, d’altra parte se non facesse nemmeno questo verrebbe da chiedere che cosa ci sta a fare!!!
Ma parliamo della Tari, sorvolando sulle ormai note e tristi vicende di Ato Toscana Sud e il gestore unico Sei Toscana e sulle tragiche conseguenze per le tasche dei cittadini, che, come ha dichiarato il Procuratore fiorentino a capo dell’indagine, “hanno pagato in bolletta il prezzo di un sistema corrotto, inefficace e costosissimo”, la tanto sbandierata riduzione di 60 mila euro (che poi divisa per ogni abitante, altro non sarebbe che 5 euro circa a testa, giusto un panino e una bibita!!!!) altro non è che il frutto di tagli ai servizi come possiamo ben vedere dal Piano dei Servizi!!!
Se fino allo scorso anno la Sei Toscana passava un tot di volte al mese a spazzare le strade e a svuotare i nostri cassonetti da quest’anno questi servizi saranno notevolmente ridotti, infatti sono stati previsti nel Piano dei Servizi, ben 952 interventi in meno, di cui addirittura 142 in meno per la rimozione dei rifiuti abbandonati, quindi non si tratta di un risparmio a fronte di una migliore qualità del servizio ma esattamente il contrario!!!! In più pagheremo a Sei Toscana ben 12.500 euro all’anno per avere degli ispettori ambientali senza sapere nemmeno come funzionerà nel dettaglio di questo servizio, e quindi se potrà essere utile oppure solo un ulteriore incremento dei costi! Dai dati in nostro possesso, vediamo bene come i costi fissi dell’attuale gestione dei rifiuti, sono sempre gli stessi e, a nostro avviso, non potranno diminuire finché non si deciderà di recedere dal contratto di affidamento del servizio a Sei Toscana, oggi anche commissariato, a seguito delle indagini. Noi lo avevamo proposto, presentando per ben due volte una mozione sullo scioglimento del contratto, ma che sono state sistematicamente bocciate. Bisognerebbe poi riorganizzare in maniera diversa tutta la gestione, dalla raccolta fino allo smaltimento, che andrebbe fatta per piccoli ambiti territoriali omogenei (fino ad un massimo di 100 mila abitanti o 90.000 tonnellate di rifiuti) con affidamento a diversi gestori per mantenere l’efficienza e la concorrenzialità dei costi, proprio come indicato dalle linee guida ministeriali del Ministero dell’Ambiente e che né la Regione Toscana, né l’Ato Toscana Sud e quindi tutti i Sindaci delle tre Province coinvolte, hanno recepito come avrebbero dovuto!
Nel frattempo sono “spariti” dal bilancio i fondi per l’acquisto di nuovi scuolabus, necessari per continuare a svolgere il servizio di trasporto scolastico, nessuna risorsa è prevista per l’ammodernamento dei nostri impianti sportivi (campi da calcio), nessuna risorsa prevista per le piccole e medie imprese per aiutare le numerose aziende agricole e promuovere i prodotti di filiera corta e a Km0, nessuna risorsa prevista per la difesa del suolo, nessuna risorsa prevista per le fonti rinnovabili, nonostante i molti buoni propositi che avevamo letto nel Documento Unico di Programmazione che la giunta aveva presentato al precedente consiglio comunale!!!!!
Intanto si esternalizza il servizio di archivio urbanistica che vedrà una Società esterna, trasportare e gestire tutti i nostri documenti nella sua sede di Prato e l’affidamento della gestione cimiteriale ad Arbia Servizi con l’entrata del nostro Comune addirittura nel capitale sociale e con un aumento a dir poco esagerato che passa dai 24mila euro del 2016 ai 64mila euro del 2018!!!!!!
Abbiamo presentato nel corso di questi anni diverse proposte, come per esempio, il cosiddetto “Baratto amministrativo”, che questa amministrazione non ha voluto prendere in considerazione ma che avrebbe portato sicuramente a un notevole risparmio di alcune voci di bilancio (22 mila euro di decespugliatura…) e ora abbiamo presentato una mozione per impegnare il Sindaco e la giunta, a realizzare finalmente un percorso di bilancio partecipativo, dato che era anche scritto al primo punto del programma elettorale con il quale questa lista si era presentata tre anni fa, dato che ad oggi non è stato nemmeno iniziato, auspichiamo di poterla discutere nel prossimo consiglio comunale e che venga approvata all’unanimità!
Per concludere - afferma il consigliere comunale del Movimento 5 Stelle di Sovicille, ELENA BOLDRINI- un bilancio pieno di dubbi e preoccupazioni per il futuro che non ci fa certo ben sperare, sia per come viene formato il bilancio, non facendo intervenire in maniera attiva la popolazione né tantomeno sulle strategie che questa amministrazione da una parte predica e che poi non mette in atto con i dati esposti."

Movimento 5 Stelle

 

Galleria Fotografica

Web tv