SIENA NOTIZIE NEWS

SIENA, MICHELI (PD): URGENTE ISTITUIRE L’ARU IN VALLI

News inserita il 28-08-2018

“Sono passati ormai due mesi dalle elezioni comunali ed oltre sei da quando i residenti della zona di Valli si sono espressi in modo favorevole all'istituzione dell'Area a particolare Rilevanza (ARU) numero 9  – apre così il suo intervento Luca Micheli, consigliere comunale del Pd . Una chiara volontà che si è manifestata sia negli incontri pubblici, promossi dal Comune di Siena, che attraverso la consultazione popolare condotta con un apposito questionario”.

“Per questo motivo ho ritenuto opportuno presentare un’interrogazione - prosegue Micheli – per chiedere al Sindaco quando intenda dare corso alle delibere di Giunta comunale n.132 del 18 aprile 2018 e n.230 del 28 maggio 2018,  per procedere all’istituzione di aree destinate alla sosta a pagamento interne all’Area a particolare Rilevanza Urbanistica (Aru) n.9  di Valli.

"Il perimetro – ricorda Micheli - dovrà essere costituito dai seguenti tratti stradali: tratto di Via Enea Silvio Piccolomini compreso tra l’intersezione con Via Girolamo Gigli ed i civici 164 lato pari e 175 lato dispari; Via Folcacchiero Folcacchieri, Via Claudio Tolomei”.

“L’urgenza è sotto gli occhi di tutti ogni giorno – ribadisce Micheli - con una situazione di forte disagio per i cittadini residenti a causa della non regolamentazione delle aree di sosta in Via Enea Silvio Piccolomini, in Via Folcacchiero Folcacchieri e in Via Claudio Tolomei “.

“L’istituzione dell’Aru in Valli – precisa Micheli – porterebbe a sei i quartieri della città in cui si fa uso di questo strumento previsto dal Codice della Strada e del quale la nostra città ha cominciato ad avvalersi dalla deliberazione del Consiglio comunale n. 26 del 26 gennaio del 2006. L'Aru in Valli  fornisce una prima   risposta  in una zona particolarmente esposta al traffico di attraversamento che insiste sui residenti e su tutte le attività commerciali”.
" Quanto  ad una eventuale riorganizzazione delle Aru non abbiamo preclusioni a valutare gli indirizzi che la Giunta intenderà sottoporre al Consiglio Comunale, purché non si tratti di una dichiarazione estiva che serve solo a prendere tempo, penalizzando quelle aree che hanno già scelto di dare il via all'Aru in questa forma. Tutto si può migliorare sempre che l'attesa di un meglio, del tutto indefinito,  non comporti privarsi di soluzioni già condivise".

 

Galleria Fotografica

Web tv