SIENA NOTIZIE NEWS

SARTEANO, LANDI INTERVIENE SULL’EX OSPEDALE

News inserita il 05-11-2015

“La riqualificazione dell’edificio dell’ex ospedale di Sarteano deve andare avanti in modo spedito ed in sicurezza – dichiara il sindaco di Sarteano e Presidente dell’Unione dei Comuni della Valdichiana senese, Francesco Landi – Dopo una prima parte importante di lavori eseguiti, siamo in attesa che la ditta che si è aggiudicata l’opera ci produca un nuovo piano di demolizione dell’edificio, visto che la prima previsione non ha soddisfatto i tecnici di Unione dei Comuni e del Comune di Sarteano. Confidiamo in una soluzione tecnica soddisfacente, perché la ripresa dei lavori è molto importante per la Valdichiana senese, nonché per la riqualificazione del profilo di Sarteano. Parliamo, probabilmente, dell’intervento più importante degli ultimi vent’anni, che ha un livello di complessità che ci spinge a muoverci con determinazione ma, al tempo stesso, con la giusta prudenza e rispetto delle normative del codice degli appalti”.

A inizio ottobre la ditta aggiudicatrice ha presentato un piano di demolizione per lo stabile in via di Fuori che prevedeva una diversa modalità di demolizione rispetto a quella progettuale. Questa esigenza è anche la causa della momentanea interruzione dei lavori all’ex ospedale. La proposta non è stata accettata dalla stazione appaltante ed in data successiva è stata data comunicazione di questo all'impresa che attualmente sta procedendo con la redazione di un nuovo piano di demolizione sollecitato dall’amministrazione.

Un po’ di cronistoria. I lavori sono stati aggiudicati definitivamente il 31 dicembre 2014 e il contratto è stato stipulato il 10 marzo 2015. Come forma di tutela degli enti pubblici, ovvero delle stazioni appaltanti (Unione dei Comuni e Comune di Sarteano) era prevista la presentazione da parte della ditta aggiudicataria di una polizza fideiussoria per la cauzione definitiva pari al 36,5% del costo dell'opera e quindi pari ad 480.296,86 euro e una C.A.R.  (Contractor All Risk) per l'importo complessivo dell'appalto per la copertura assicurativa dei danni alle opere durante la loro esecuzione e garanzia di manutenzione e per 500 mila euro per la copertura assicurativa per la responsabilità civile. La cauzione e la polizza sono state regolarmente presentate della ditta che si è aggiudicata l’appalto. 

La consegna lavori è avvenuta il 20 aprile 2015 e l'inizio effettivo degli stessi, con la rimozione degli elementi interni, è avvenuto i primi di giugno. Nel mese di luglio è emersa la presenza di ulteriori elementi con possibile presenza di amianto, ovvero cisterne all'interno di alcuni sottotetti e ferodi degli ascensori. Si è dato, quindi, incarico ad una ditta specializzata di effettuare delle analisi specifiche. Lo smaltimento di questi elementi, assieme agli altri presenti in appalto, è avvenuto nel mese di settembre senza alcun incremento di costi in quanto ha trovato copertura nelle somme per lo smaltimento dell'amianto già presenti in progetto.

A cosa servirà l’ex Ospedale. La progettazione dell'intervento, realizzata da uno degli studi più qualificati d’Italia, prevede la demolizione dell’intero edificio che guarda verso via di Fuori e l’intera ricostruzione secondo criteri antisismici. Per la parte dell’edificio che guarda verso il centro storico invece è prevista la demolizione di un piano costruito al tempo in calcestruzzo sulla muratura - e pertanto non idoneo dal punto di vista sismico - e la realizzazione dell’intera copertura. Nella parte che si affaccia in via di Fuori verranno realizzati gli uffici dell’Unione dei Comuni, adesso collocati in vari immobili dislocati nel comune di Sarteano. La parte che guarda verso corso Garibaldi rimarrà invece in proprietà al Comune di Sarteano e su questa sono ipotizzate diverse soluzioni d’uso, siano sociali o produttive, purché utili e sentite dalla collettività e che saranno decise attraverso un processo partecipativo della cittadinanza, al momento opportuno.

 

 

Galleria Fotografica

Web tv