SIENA NOTIZIE NEWS

POGGIBONSI, FINANZIATI I LAVORI IN VIA SANGALLO

News inserita il 21-07-2020

Quasi 1,4 milioni di euro di finanziamento regionale per la riqualificazione di via Sangallo a Poggibonsi con pista ciclabile e zona 30. “Daremo continuità al nostro Progetto di Innovazione urbana che ci ha visto completare importanti interventi sugli spazi della città – dice il sindaco David Bussagli – In questo caso un progetto che punta a rigenerare un’intera area cittadina migliorando vivibilità, accessibilità e fruizione degli spazi e proseguendo un percorso di sviluppo della mobilità alternativa. Il contesto di profonda incertezza che attraversiamo, anche in ordine alle nostre disponibilità, ci impone di essere prudenti ma la notizia è positiva e ringraziamo la Regione Toscana per questa ulteriore opportunità di investimento che è anche un riconoscimento del lavoro promosso in termini progettuali e operativi”.
Nelle scorse settimane si è conclusa la valutazione tecnica delle sette candidature presentate, a cura di un Comitato tecnico appositamente costituito. Sulla base della graduatoria che recepisce gli esiti della valutazione di merito dei progetti, la Giunta Regionale ha provveduto a destinare la disponibilità di risorse dell’Asse Urbano agli interventi utilmente collocati in graduatoria. Primo progetto è quello per la pista ciclabile e zona 30 in via Sangallo che è stata cofinanziata all’80%.
L’obiettivo è quello di realizzare una ‘zona 30’ in via Sangallo, nell’intero comparto posto a lato di via Senese, affiancata a lato da un percorso ciclo pedonale che rappresenta uno step importante per il futuro collegamento ciclabile a Campostaggia. Il progetto raccoglie l’esigenza di moderazione del traffico resa auspicabile anche per la presenza della scuola dell’infanzia e dell’asilo nido, oltre che di una serie di spazi a verde pubblico. La moderazione del traffico, principalmente a funzione locale, sarà ottenuta tramite disassamenti dell’asse stradale e realizzazione di piccole aree pavimentate, in corrispondenza dei punti di particolare interesse sociale aggregativo, in modo da ribaltare la gerarchia del traffico, ponendo pedoni e mobilità dolce al primo posto. Ciò contribuirà a migliorare la vivibilità dell’intero quartiere provvedendo alla sua riqualificazione, depotenziando il traffico motorizzato a vantaggio di una fruizione collettiva in assoluta sicurezza dei servizi e degli spazi pubblici ivi presenti.

 

 

Galleria Fotografica

Web tv