POGGIBONSI

POGGIBONSI, AVANTI CON LE ASFALTATURE: ORA TOCCA A 4 ROTATORIE

News inserita il 24-08-2018

Proseguono i ripristini dell’asfalto su alcune vie e strade del territorio. A partire dalla prossima settimana riprendono i lavori che hanno già interessato alcuni piani viabili del territorio e che interesseranno quattro rotatorie. Complessivamente si tratta di un investimento di 340mila euro, risorse che sono state stanziate in sede di variazione di Bilancio nel Consiglio Comunale nell’aprile scorso e che sono iniziati nelle ultime settimane di luglio. Dopo i due tratti di via del Chianti e della Cassia a Drove, i lavori andranno ad interessare la s.p di San Gimignano. “Un percorso che prosegue per migliorare gradualmente le condizioni del manto con la stesa di nuovo asfalto – dice il Sindaco David Bussagli - A tal scopo abbiamo approvato e poi concretizzato questo specifico progetto a cui si è già aggiunta un’altra tranche di risorse che abbiamo stanziato e che servirà a sistemare altre strade, come sempre definite sulla base delle criticità riscontrate”.

Il progetto attualmente ‘cantiere’ è relativo a via del Chianti che è già stata sistemata nel tratto di circa 380 metri tra l’intersezione con viale Marconi e il cavalcavia del raccordo autostradale (una superficie di circa 3.100 mq) e a via della Rose dall’incrocio con via del Chianti fino all’incrocio con via dei Mughetti. Già sistemata anche la S.R. 2 Cassia nei circa 560 metri compresi tra poco prima dell’innesto con via Arno e la rotatoria di Drove (una superficie complessiva di circa 4.100,00 mq).

Il progetto prosegue sulla s.p. 1 di San Gimignano, più precisamente con la sistemazione nei pressi delle rotatorie in località Lame, località tre Vie, località Orneto e località Terenzano. Per consentire i lavori saranno in vigore modifiche temporanee alla viabilità segnalate sul posto.

In tutti gli interventi, complessivamente, si procede con il recupero del fondo (dove necessario) e con il rifacimento del manto in conglomerato bituminoso (binder e tappeto d’usura). Le operazioni saranno dunque caratterizzate dalla fresatura, per uno spessore di 4 cm di tutte le superfici asfaltate. I punti maggiormente danneggiati saranno ripristinati mediante un risanamento del sottofondo stradale per i quali è prevista un ulteriore fresatura di 6 cm e la successiva stesa di strato di binder.

“Andiamo avanti con la stesa di nuova asfalto – chiude Bussagli - Un’azione che rientra in un complesso di intereventi messi in campo e di cui fa parte la manutenzione ordinaria delle strade ma anche i progetti di recupero e riqualificazione che abbiamo realizzato e che sono in corso su strade, piazze, vie del centro”.

 

Galleria Fotografica

Web tv