SIENA NOTIZIE NEWS

PD COLLE VAL D'ELSA: "CITTÀ E AMMINISTRAZIONE POCO CORAGGIOSE"

News inserita il 02-08-2015

“Per il secondo anno consecutivo dobbiamo evidenziare l'assenza di una strategia politica complessiva per la città ed il suo territorio”. Con queste parole il Partito democratico di Colle Val d’Elsa interviene sulla relazione previsionale e programmatica 2015-2017 dell’ultimo consiglio comunale. 

“Il bilancio in discussione – prosegue la nota dei democratici – presentato come una pietra miliare nel percorso, iniziato nel 2014, nel tentativo di mettere in ordine nei conti del Comune, in realtà è del tutto insufficiente rispetto alle aspettative generate.  Giova oltremodo ricordare in quest’occasione che già il primo bilancio della Giunta Canocchi era stato redatto in perfetta continuità con la precedente amministrazione Brogioni, quella stessa amministrazione che, contrariamente alla campagna denigratoria elettorale, ha lasciato i conti in ordine per il futuro Sindaco.

“A distanza di dodici mesi non è cambiato nulla. La relazione rende palese lo scarso coraggio della maggioranza: si tende alla conservazione dell'esistente, non alla ricerca di opportunità nuove, che sappiano offrire quelle risposte di cui la città ha bisogno, che sappiano valorizzarne l'immenso patrimonio culturale, storico, architettonico e paesaggistico, rilanciarne il commercio e l'economia. La maggioranza continua a mettere le mani avanti su aspetti, quale quello dell'organizzazione della macchina comunale, sul quale si dichiara ancora decisamente insoddisfatta, come a giustificarne malfunzionamenti. È inevitabile chiedersi perché un anno di tempo non sia stato sufficiente, ad un esperto amministratore come Canocchi, per progettare e mettere in pratica un nuovo assetto organizzativo del comune, più flessibile, efficace e efficiente”.

“Sull’iniziativa di riduzione delle imposte, per quanto irrisoria – sottolinea il Pd - apprezziamo il tentativo, ma siamo e saremo contrari ad ogni politica che in nome di una revisione della spesa ci ponga di fronte a scelte che compromettano la qualità dei servizi e della vita dei nostri cittadini”.

 “Nessuna strategia emerge, inoltre, in merito allo sviluppo futuro della città, neppure quando si ipotizza la costruzione di una nuova scuola materna. Più volte – affermano i democratici colligiani – abbiamo richiamato la maggioranza ad un confronto costruttivo con i cittadini, richiamo ancora oggi inascoltato, in maniera inspiegabile e intollerabile. Che dire, poi, dell’associazionismo, della cultura, del terzo settore, del sociale  mortificati da provvedimenti che dimostrano quanto poco la maggioranza operi in un'ottica di cooperazione e condivisione delle politiche? Proprio rispetto al sociale vogliamo chiedere alla Giunta in cosa consiste il welfare ‘leggero’ di cui si narra nella Relazione, e soprattutto come possano gli orti urbani essere una risposta alle priorità della disoccupazione, dell’emergenza abitativa, della povertà assoluta e del disagio giovanile”.

“Tutto dimostra – conclude la nota – una chiara volontà di chiudersi, come a recuperare il modello gestionale degli anni Ottanta che Canocchi ben conosce, una sorta di anacronistico monadismo comunale. E’ con questa forma mentale miope, reminiscenza di un’epoca ormai passata, che si ipotizza di reintegrare all’interno degli uffici comunali funzioni sinora gestite insieme agli altri Comuni della Valdelsa o realizzate attraverso l'Azienda Speciale Multiservizi. In tutto questo, nessun chiarimento, nessuna proposta in merito alle modalità, alla tempistica, alle risorse umane, agli obiettivi di risultato”.

 

 

Galleria Fotografica

Web tv