SIENA NOTIZIE NEWS

PD COLLE CONTRO LA VARIANTE SULLA NUOVA SCUOLA DELL’INFANZIA

News inserita il 14-09-2015

“Nutriamo forti perplessità sul progetto urbanistico della nuova scuola dell'infanzia di Via Volterrana. Per questo motivo, oltre ad aver presentato alcune osservazioni sul progetto che saranno presentate in consiglio comunale, a partire dai prossimi giorni daremo il via a una forte mobilitazione con tutto il mondo della scuola e tutti i cittadini, per discutere e valutare insieme le azioni più adeguate”. Con queste parole il Partito Democratico di Colle di Val d’Elsa interviene sulla variante numero 18 al regolamento urbanistico ed esprime  “preoccupazione per l’impatto paesaggistico ambientale e per i possibili problemi di sicurezza della viabilità, nonché per il mancato coinvolgimento della città e del mondo della scuola”.

“Per prima cosa - scrive il Pd colligiano - gli espropri risultano troppo onerosi, visto che si dovrà procedere a espropriare 5.500 metri quadrati di aree a fronte della possibilità che aveva questa amministrazione di utilizzare aree già di proprietà, come ad esempio a Borgatello, senza creare disagi e spreco di denaro pubblico. Continuando nell'analisi delle osservazioni - aggiunge il Partito Democratico - si nota una totale mancanza di partecipazione da parte dell'amministrazione, che non ha coinvolto minimamente i cittadini residenti nella zona, i genitori, le associazioni di categoria e operatori turistico-ricettivi, oltreché associazioni ambientali e paesaggistiche”.

“La realizzazione della nuova scuola materna - analizzano i Democratici di Colle - avrà un impatto ambientale importante, andando a incidere anche sul patrimonio storico architettonico intorno alla Porta Nuova, vanificando gli interventi di restauro e recupero realizzati finora. Per ultimi, ma non meno importanti, ci saranno seri problemi di viabilità e di parcheggi che penalizzeranno gli utenti dell'attuale scuola media e, più in generale, tutti quelli che gravitano nella zona di Via Volterrana, compresi gli operatori commerciali e turistici”.

“Riteniamo fondamentale - conclude il Pd colligiano - coinvolgere i cittadini in questi processi destinati a incidere sulla comunità anche negli anni successivi. I cittadini, infatti, sono portatori di bisogni, vecchi e nuovi, sulla base dei quali dovrebbero essere programmati gli interventi di sviluppo dell’ambito urbano. I cittadini sono, tuttavia, anche e soprattutto portatori di competenze, capacità e risorse preziose per migliorare la qualità della vita dell’intera città ed è proprio per questo che il nostro partito ha ideato una campagna di mobilitazione con incontri e assemblee pubbliche destinate a favorirne la partecipazione”.

 

Galleria Fotografica

Web tv