SIENA NOTIZIE NEWS

OCCUPAZIONE STRAORDINARIA DEL SUOLO PUBBLICO, INTERROGAZIONE DI VALENTINI

News inserita il 01-07-2020

Interrogazione del consigliere Bruno Valentini sulla occupazione straordinaria del suolo pubblico.

Premesso che:

- in molte città italiane è stata messa in atto una azione straordinaria per poter aumentare il suolo pubblico a disposizione degli esercizi commerciali per contenere, almeno parzialmente, la crisi dei consumi provocata dalla pandemia da Covid 19

- tale azione serve giustamente per permettere il distanziamento sociale dei clienti nonchè per ampliare l'offerta commerciale 

- tale iniziativa è stata da molti Comuni regolamentata da un disciplinare che ha stabilito criteri e norme a cui attenersi, per garantire razionalità ed equità nelle concessioni, assicurando anche la gratuità delle stesse

- il Comune di Siena non si è dotato di un regolamento straordinario, lasciando le decisioni alla discrezionalità del confronto singolo degli esercenti con gli uffici comunali 

- a Firenze, ad esempio, si è adottato velocemente un regolamento apposito per le concessioni straordinarie di suolo pubblico, che si rivolge a bar e ristoranti ma anche ad altri negozi ed artigiani, in centro ed in periferia, stabilendo parametri uniformi che tendono a garantire omogeneità di trattamento a tutti i richiedenti

- tale regolamento disciplina orari, dimensioni, possibili interferenze col traffico e con la sicurezza per gli utenti, definendo anche  modalità certe per presentare domande, distinguendo fra rilasci automatici  e rilasci condizionati alla presentazione di un progetto, come quelli che comportano la soppressione di stalli di sosta (con autorizzazione tacitamente rilasciata in caso di mancata replica da parte del Comune entro dieci giorni)  

- nella nostra città alcuni commercianti hanno contestato imparzialità da parte dell'Amministrazione Comunale nella distribuzione delle concessioni in oggetto 

Tutto ciò premesso, si chiede al sig. Sindaco

- di spiegare con quali criteri il Comune abbia deciso come soddisfare le richieste pervenute o che devono ancore pervenire da parte degli esercenti per l'occupazione straordinaria di suolo pubblico, in modo da evitare disparità ed assicurare uniformità di trattamento a tutti i richiedenti  

-  di precisare  come si intenda garantire la sicurezza della circolazione, dei pedoni e degli utenti dei locali interessati 

- di chiarire perchè non si sia adottato un regolamento ad hoc come fatto da altre città, come Firenze, preferendo modalità meno trasparenti e più soggette a discrezionalità, che soprattutto in un momento critico come questo non devono assolutamente manifestarsi  

- di esplicitare quali siano le strategie che l'Amministrazione intende mettere in atto per aiutare la rete commerciale di Siena ad affrontare e superare questa fase difficilissima, magari anche introducendo sconti IMU ai proprietari di immobili che accettino di ridurre temporaneamente i canoni di locazione  in favore degli affittuari

 

 

Galleria Fotografica

Web tv