SIENA NOTIZIE NEWS

MURLO DIVENTA CITTÀ DEL VINO E DELLL'OLIO PER UN PROGETTO AMBIZIOSO

News inserita il 08-02-2017

Il Comune di Murlo, nell’ultima seduta del Consiglio comunale, ha approvato l’adesione alle associazioni nazionali del Vino e dell’Olio. Non si tratta di una iniziativa estemporanea o, come si potrebbe pensare, di una iscrizione solo formale. “Questo è solo un passaggio – osserva il sindaco Fabiola Parenti – verso un progetto che intende coinvolgere queste due prestigiose associazioni, che rappresentano insieme quasi 900 enti italiani, accanto a Comune di Siena, Università di Siena, Camera di commercio, scuole e imprenditori murlesi. Stiamo lavorando a un protocollo d’intesa tra questi soggetti, che rappresenterà il prossimo passaggio formale”.

Il Comune intende promuovere una ricerca sulle origini dei vitigni e degli olivi, il recupero di eventuali piante antiche e persino il loro reimpianto, fino a prefigurare la ricostruzione di un paesaggio antico, magari utilizzando terreno demaniale con oliveti incolti. “In questo modo – continua il sindaco Parenti – il nostro patrimonio storico e archeologico, che ha come riferimento l’antiquarium di Poggio Civitate può trovare una sintesi con le produzioni locali, dando loro un valore aggiunto. La ricerca universitaria dovrebbe essere, nelle intenzioni, uno strumento rapido ed efficace di valorizzazione, in un territorio già oggetto di ricerche sulle origini, persino del Dna degli abitanti”.

Dunque, la certificazione di origini antiche può diventare lo strumento più rapido ed efficace per dare l’adeguato valore di mercato a produzioni di grandi qualità, ma alla ricerca di unìidentità almeno pari a quelle dei prodotti più noti. “Questa è l’ambizione del Comune – afferma il sindaco di Murlo – contiamo sulla collaborazione dei vari soggetti coinvolti per ottenere i risultati sperati”. Intanto Murlo ha già realizzato una vetrina di alto livello culturale, nella quale presentare progetti così ambiziosi, come Bluetrusco. Il primo e unico festival dedicato alla cultura etrusca tornerà a partire da metà maggio, per continuare la seconda metà di luglio e con una coda intorno al primo ottobre. Ancora una volta si prefigura un programma intenso, con la presenza di grandi nomi dello spettacolo e della cultura.

 

Galleria Fotografica

Web tv