SIENA NOTIZIE NEWS

MONTERIGGIONI RINNOVA L'ILLUMINAZIONE PUBBLICA, LAVORI PER 78MILA EURO

News inserita il 28-02-2022

Completata una parte dell’intervento di sostituzione dei corpi illuminanti in zona Rigoni.
Le zona interessata in questo momento è quella di Rigoni, ma in seguito le altre vie oggetto di intervento saranno Via Cassia Nord e Via del Risorgimento.
Un’opera che ha l’obiettivo di una sostituzione di lampioni ormai obsoleti, ma anche la funzione di perseguire un progetto di efficientamento che si snoda su tutto il territorio, con la conseguente riduzione delle spese energetiche della pubblica illuminazione.
L’intervento ha riguardato e riguarderà la sostituzione delle armature stradali, ormai obsolete con armature a tecnologia LED.
«La realizzazione di questa tipologia di interventi – afferma la ViceSindaca con delega alle Opere Pubbliche Paola Buti – hanno il fine di conseguire degli obiettivi fondamentali, che sono quelli di un miglioramento della qualità del servizio di illuminazione pubblica e di un risparmio energetico ed economico. Si tratta di quasi 80mila euro che andranno ad aggiungersi al pacchetto di interventi sul territorio diretti all’efficientamento energetico».

Un totale di 124 nuovi lampioni, per un investimento totale di 78mila euro, tra progettazione ed esecuzione dei lavori, di cui 70.000 euro provenienti da un finanziamento ministeriale. I corpi illuminanti saranno dislocati in varie zone, installandone 39 in Via Cassia Nord, 6 alla rotonda ed all’incrocio di Via Cassia Nord e 10 in Via del Risorgimento.
Ne sono già stati installati, invece, 69 in zona Rigoni.
I criteri di scelta progettuale seguiti per l’intervento di efficientamento energetico si basano principalmente su aspetti legati alla funzionalità, alla sicurezza, all’estetica, al contesto ambientale, all’affidabilità ed alle caratteristiche delle sorgenti LED.

«In base ai numerosi sopralluoghi fatti e condotti con l’ausilio del personale tecnico del Comune – continua la Vice Sindaca Buti – si è potuto rilevare con esattezza la consistenza degli impianti, lo stato di manutenzione, le relative criticità al fine di individuare gli interventi necessari da approntare. Abbiamo poi provveduto al censimento dei punti luce, facendo una particolare attenzione alle caratteristiche dei corpi illuminanti esistenti e soprattutto allo stato di conservazione».
«Con questa nuova corposa sostituzione di corpi illuminanti – conclude Paola Buti – la durata ed il tempo di vita attesi sono di gran lunga superiori a quelli delle tradizionali tecnologie esistenti e ciò si traduce in maggiore affidabilità e durata nel tempo con conseguente risparmio sulle operazioni di manutenzione. Crediamo fermamente che un’Amministrazione comunale debba essere incisiva nel settore dell’efficientamento energetico, per questo non si ferma il nostro lavoro di sostituzione dell’illuminazione tradizionale con delle nuove lampade con della nuova tecnologia a LED».

 

Galleria Fotografica

Web tv