SIENA NOTIZIE NEWS

MASI E MICHELI INTERROGANO LA GIUNTA SUI PROBLEMI TRAFFICO ALLA CORONCINA

News inserita il 06-11-2019

Luca Micheli e Alessandro Masi (PD) hanno presentato, nella seduta consiliare dello scorso 31 ottobre, un’interrogazione sui problemi di traffico nella zona della Coroncina. Micheli ha ricordato le problematiche legate soprattutto all’alta velocità dei veicoli in transito, chiedendo alla Giunta se <<si è provveduto alla redazione della classificazione funzionale del regolamento viario al fine di procedere con gli interventi di moderazione del traffico già deliberati>>. Il consigliere ha poi domandato <<in quale fase di progettazione da parte del Servizio Lavori Pubblici è l’intervento di riqualificazione del parcheggio scambiatore previsto nel piano Triennale delle Opere Pubbliche nell’area attualmente di proprietà del Circolo Arci della Coroncina>> e se è stata data <<una valutazione definitiva sulla predisposizione del semaforo in corrispondenza dell’intersezione con la Strada della Tressa>>. Micheli ha infine voluto sapere <<se e in quali tempi, come dichiarato dal vicesindaco Andrea Corsi, in alternativa al semaforo, si darà corso a una soluzione che preveda un miglioramento dei percorsi pedonali e della visibilità degli attraversamenti presenti mediante il potenziamento dell’area in generale e specifica con la previsione di lampioni di tipo pedonale, e un miglioramento della segnaletica verticale mediante led box retroilluminato dotati di luci lampeggianti>>. Il vicesindaco ha risposto punto per punto iniziando dalla redazione della classificazione funzionale delle strade, prevista dal capitolato tecnico prestazionale all’interno della redazione del PUMS. <<Nei prossimi giorni avverrà la consegna da parte della società Sintagma affidataria dell’incarico del documento finale di piano contenente la stessa classificazione mentre la redazione del Regolamento viario avverrà in una fase successiva. Posso già dire - ha proseguito Corsi - che il servizio lavori pubblici ha, allo stato attuale, redatto uno studio sintetico di fattibilità propedeutica alle fasi di progettazione previste dalla normativa per la realizzazione del parcheggio nell’area di proprietà del Circolo La Coroncina, uno spazio strategico sul quale puntiamo. Non si è però ancora proceduto alle fasi di natura progettuale in quanto tale progettazione deve essere coordinata con il Piano Operativo e, dato molto più importante, con la disponibilità della proprietà che è del Circolo La Coroncina. Il Comune potrebbe esercitare la funzione di utilità con un vincolo preordinato all’esproprio, ma preferiamo optare per un accordo senza nuocere dandogli la possibilità di continuare ad introitare il denaro derivante dalle antenne presenti>>. Sottolineando poi che l’ufficio di progettazione non ha una dotazione d’ingegneri e architetti <<per tutte le opere pubbliche necessarie in 7, 8 e nemmeno in 12 mesi. Abbiamo dato il via a un iter che, seppur rapido, richiede tempo. Per quanto riguarda il semaforo questo, oltre a presentare alcune criticità realizzative, non è stato ritenuto, ad oggi, un intervento risolutivo per l’area. Citando quanto poi già dichiarato sulla semaforizzazione dell’intersezione tra la Strada della Tressa e la Cassia, la stessa presenta alcune difficoltà dovute anche al flusso veicolare con la perdita della priorità di cui gode oggi la via. Si verificherebbero, inoltre, problemi alle linee 51 e 54 del Pollicino che all’incrocio con Strada della Tressa hanno il capolinea e invertono il senso di marcia. Con un semaforo, si rischierebbero, nell’ora di punta, lunghe code e una mancanza di fluidità del traffico. Inoltre, ricordando la scelta fatta sulla Cassia dall’Amministrazione precedente con l’installazione di autovelox, un rilevatore puntuale e il semaforo con il meccanismo del controllo del rosso semaforico ritengo migliore la scelta di un tutor, con una velocità costante, non rilevata in un singolo punto, e il riassetto dell’incrocio, probabilmente anche con degli attraversamenti rialzati, oltre a quelli già previsti nel primo lotto, la cui progettazione verrà realizzata, grazie ad una collaborazione di cui siamo molto orgogliosi, con l’ACI, i cui tecnici del Centro Studi Nazionale, nei giorni 11, 12 e 13 novembre verranno per eseguire rilevazioni e misurazioni>>. Il consigliere Micheli, ringraziando l’ACI si è dichiarato insoddisfatto ribadendo che <<le tempistiche restano comunque incerte, che non vi è stata alcuna risposta ai punti 1 e 2 e che, per quanto riguarda il semaforo di cui si è parlato tanto nei giornali, non è stata presa in esame l’espressione favorevole al progetto rilasciata dai Vigili Urbani. Un lavoro già pronto che avrebbe potuto risolvere la questione velocemente, vista la pericolosità in cui versa la zona, soprattutto per chi tutti i giorni rischia la vita per andare a prendere i mezzi pubblici o per attraversare la strada. Purtroppo questo completo immobilismo nega risposte concrete alle richieste di sicurezza degli abitanti del quartiere nonostante i recenti incidenti avvenuti”>>.

 

Galleria Fotografica

Web tv