SIENA NOTIZIE NEWS

INFORMARE E SOSTENERE LE IMPRESE, LA SFIDA DI CASSA EDILE CONTRO IL COVID

News inserita il 28-04-2020

Formare, informare, sostenere le imprese, i lavoratori e i tecnici cogliendo tutte le opportunità offerte dal sistema della formazione finanziata e progettando nuove attività per il futuro. E’ questa la sfida lanciata da Cassa - Scuola Edile di Siena fondata e gestita da Ance Siena, Feneal Uil, Filca Cisl, Fillea Cgil, per superare l’emergenza Covid-19. Regole specifiche e dettagliate per il contenimento del virus nei cantieri edili in accordo con le parti sociali ma anche e soprattutto il compito di aiutare le imprese e i lavoratori nella fondamentale opera di formazione e informazione per la corretta gestione dei cantieri nella delicata fase dell’emergenza. Cassa Edile e la Scuola Edile di Siena fronteggiano l’emergenza mettendo in atto tutti gli strumenti possibili: dalle facilitazioni e proroghe degli adempimenti previdenziali concessi dalla Cassa Edile alla diffusione e informazione sugli aggiornamenti normativi ed i protocolli da adottare sul posto di lavoro, sui comportamenti individuali, gli adempimenti e la modulistica da utilizzare in cantiere per la corretta comunicazione ai lavoratori. “Dopo un inizio anno in cui il comparto edile aveva fatto registrare incoraggianti segnali di ripresa – spiega il presidente Giannetto Marchettini -  l’emergenza Covid-19, ci ha restituito in provincia di Siena, in termini di cantieri attivi, valori prossimi allo zero a partire dal mese di marzo. Una situazione drammatica su cui ci siamo attivati immediatamente per offrire tutto il sostegno e il supporto necessario agli iscritti. Tutti i materiali prodotti in questa fase, sia di formazione che di informazione, sono stati pensati per un possibile utilizzo anche per la graduale ripresa futura delle attività che ci auguriamo possa iniziare quanto prima fin da questo mese di maggio”.

In particolare la Cassa e la Scuole Edile hanno realizzato la campagna di informazione Un cantiere protetto si costruisce insieme con la traduzione in sei lingue – italiano, francese, spagnolo, inglese, rumeno e albanese - e diffusione a tutte le imprese delle buone norme di comportamento per lavorare in un cantiere in piena sicurezza e per favorire la corretta comprensione delle regole da parte dei lavoratori stranieri. Così come è stata diffusa l’ordinanza della Regione Toscana sulla ripresa delle attività e i protocolli di sicurezza anti Covid-19 con tutti gli obblighi normativi e le buone pratiche istituzionali per la corretta valutazione dei rischi per la salute dei lavoratori. Ordinanza che sarà anche al centro di un seminario on line aperto a imprese, lavoratori e tecnici in programma per giovedì 30 aprile dalle ore 14.30 alle ore 16.30 e a cui sono già iscritti oltre cento partecipanti. Sono inoltre state stipulate convenzioni a prezzi agevolati con aziende che trattano materiali igienizzanti per favorire la sanificazione degli ambienti di lavoro. Come previsto anche dall’ultima ordinanza regionale, il tecnico del Sicuredil Cpt sarà a disposizione delle imprese per le attività di consulenza in cantiere. Scuola Edile e Cassa Edile sono rimaste sempre in contatto con i propri iscritti tramite i tradizionali canali di comunicazione; inoltre è stata acquistata una piattaforma per la formazione a distanza per lo svolgimento di corsi di aggiornamento per Responsabile lavoratori per la sicurezza, Responsabile del servizio di prevenzione e protezione e Preposto. Durante l’emergenza sanitaria la Scuola Edile di Siena ha continuato a svolgere la propria attività, pur dovendo rinunciare alla formazione in presenza. Oltre agli aggiornamenti sulla sicurezza, sono state organizzate lezioni a distanza dei corsi di qualifica professionale per pittore e decoratore, tecnico della progettazione, e gestione interventi di ripristino e recupero ambientale del territorio. Sono stati programmati corsi di aggiornamento per liberi professionisti sull’utilizzo del BIM (Building Information Modeling) con i programmi Revit e Archidad e un corso drone e laser scanner per il rilievo 3D del territorio da finanziare tramite i voucher messi a disposizione dalla Regione Toscana.

 

 

Galleria Fotografica

Web tv